Utente 284XXX
Buonasera,
Le scrivo in merito alla possibilità di avere rapporti sessuali durante il trattamento di un' infezione da clamidia. Due settimane fa la mia compagna ha ricevuto i risultati di un tampone batteriologico diagnosticanti clamidia. L'infezione fu contratta precedentemente al nostro rapporto. Entrambi ci siamo sottoposti a trattamento con azitromicina. Ho fatto poi il test sierico delle IgG, IgM e IgA specifiche per clamidia, risultate assenti o nella norma. La mia domanda è: è sicuro avere rapporti (protetti da preservativo) in attesa di un suo ulteriore controllo o è meglio evitare contatti sessuali fino alla certezza di guarigione? Vorremmo evitare l'effetto ping pong.
Grazie anticipatamente,
Buonasera
[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

se lei ha rapporti protetti con preservativo, non ci sono problemi o paure di contrarre il microrganismo, da lei riferito, e non deve temere "l'effetto ping pong".

Un cordiale saluto.