Utente 273XXX
Salve,
Sono un ragazzo di 28 anni pratico NUOTO (piscina al chiuso) 3 volte alla settimana da 1 anno,negli ultimi mesi dopo gli allenamenti accuso sistematicamente naso tappato,"prurito" alla gola e tosse,sintomi che svaniscono nel giro di 24 ore.
Nel momento in cui ho smesso gli allenamenti questi problemi non si sono più presentati,sono ricomparsi alla ripresa dell'allenamento.
Ho parlato con alcuni frequentatori della piscina e alcuni di loro hanno questi problemi,anche su internet,in molti blog ho notato la grande quantità di sportivi che soffrono di queste problematiche a contatto con l'acqua della piscina.
Credo di aver capito che il CLORO non può dare allergie,ma sono le CLORAMMINE che inalate causano problemi alle vie respiratorie (correggetemi se sbaglio).
Volevo chiedere:
- In che modo posso limitare questi fastidi,devo perforza sospendere il nuoto?
- Nel continuare l'attività si possono presentare complicazioni e/o patologie CRONICHE e danni irreversibili?
- L'inalazione di questi Gas può provocare alterazioni dell'equilibrio batterico della bocca?


Ringrazio per la vostra disponibilità e porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Egregio utente,
i disinfettanti utilizzati in piscina hanno un effetto irritativo che in soggetti particolarmente predisposti può provocare disturbi anche non banali.
Occorre studiare tali individui per le condizioni che "permettono" una manifestazione così significativa di tale capacità irritante (in particolare le rinopatie croniche e lo stato di iperreattività bronchiale) e trattarle in modo da consentire anche una regolare attività sportiva in piscina.
Saluti,