Utente 169XXX
Buongiorno, volevo un parere da un altro medico oltre al mio.
Sono in gravidanza a 11+3, da 4 settimane ho tosse secca, mal di gola da 2 settimane, febbricola tutti i giorni che va dai 37 ai 37,3...tutto questo oltre alle nausee, reflusso e bruciore di stomaco (io soffro di ernia iatale con reflusso). Non capisco se i sintomi sono tutti causa del reflusso (ma mi sembrano un po' esagerati!) o se ho dell'altro...Il mio medico mi fa fatto fare delle analisi del sangue, nelle quali trovo degli asterischi su:
Globuli bianchi a 11,71
Ematocrito a 35%
Neutrofili a 9,16
Fibrinogeno a 516
Proteina C reattiva a 0,55

Tutti questi valori sballati possono effettivamente indicare un'infezione? o cos'altro?
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Marco Blandamura
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2013
Gentile Utente,

sicuramente i suoi valori presentano la possibilità di un processo infiammatorio in atto, la cui natura va ricercata.
Essendo lei in gravidanza non mi permetto di consigliarle un RX del torace: sarebbe opportuno, ma in alternativa si faccia visitare da un broncopneumologo, sperando sia in grado di diagnosticarle qualcosa senza un esame così invasivo per lei e il bambino.


Cordiali saluti,
[#2] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Il mio medico mi ha consigliato di prendere antibiotici, ma essendo in gravidanza e soprattutto avendo problemi di stomaco e intestino (che so di sicuro che con gli antibiotici peggiorerebbero) abbiamo deciso di aspettare ancora qualche giorno per vedere se si risolve da solo. In effetti il mal di gola è diminuito tantissimo e anche la tosse è diminuita e diventata più grassa, l'unica cosa che rimane è la leggera febbricola che va e viene, che però devo dire che io ho dall'inizio della gravidanza e spesso mi capitava anche prima....non è che possa essere una mia cosa fisiologica?
Cosa ne pensa? dovrei prenderli gli antibiotici secondo lei?
[#3] dopo  
Dr. Marco Blandamura
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2013
se vede che la emperatura supera i valori di allarme ( oltre 38° ), una terapia antibiotica controllata può aiutare. Altrimenti, se è solo una alterazione sarebbe preferibile evitare per i motivi già da lei citati.
Un'altra soluzione potrebbe essere l'aerosol.


Cordialità