Utente 963XXX
la barra del mio implanto mandibolare termina nel retro con due speroni su cui si poggiano gli ultimi cavalieri. uno dei due speroni, spesso e volentieri ( l'ultima riparazione risale a circa tre mesi fa ) , si spezza per cui sono costretto a ritornare dal dentista che mi svita l'implanto e lo invia al laboratorio per la saldatura. ritorna saldato e dopo neppure tre mesi si dissalda sempre nello stesso punto. c'è un minimo di garanzia per queste saldature ?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Carlo Alessandro Aversa
28% attività
0% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
la sua descrizione non permette di capire quale sia il problema.
quanti impianti sono?
che tipo di protesi è? fissa? mobile? arcata completa?
In ogni caso se esiste un problema esiste anche una soluzione; il fatto importante non è se c'è la garanzia o meno ma se la soluzione adottata è risolutiva del problema o meno.
[#2] dopo  
Utente 963XXX

Iscritto dal 2009
la barra di metallo è fissa sulla mandibola, la protesi è mobile con i suoi cavalieri ( quindi la inserisco la mattina e la tolgo la sera o ogniqualvolta necessita lavarla ) ed è ad arcata completa. poichè la dissaldatura della barra avviene sempre sullo stesso sperone non posso, periodicamente, effettuare la riparazione. se la risaldatura l'ho effettuata meno di tre mesi fa, pagandola, ci sarà pure un minimo di garanzia o sbaglio ?
[#3] dopo  
Dr. Andrea Oria
20% attività
0% attualità
0% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2013
Gentile paziente, purtroppo non penso che in odontoiatria esista , se non proposta dal suo dentista ; in forma scritta alcuna forma di garanzia, ne per impianti o per capsule o ponti o dentiere.
certo esiste un diverso grado di obbligo del professionista di garantirle un risultato stabile, su cui certamente lei può fare leva per ottenere una risoluzione del problema.
io penso che se sono presenti queste continue fratture, questo dipenda da una errata progettazione meccanica della sua protesi e della sua barra, forse troppo lunga per sopportare il carico.
forse continuare a saldarla non è producente nè per lei , ne per il dentista.
cordiali saluti
Dott Andrea Oria, studio odontoiatria microscopica, centro chirurgia minimamente invasiva, implantologia, protesi, endodonzia, conservativa, ortodonzia, pedodonzia
[#4] dopo  
Dr. Carlo Alessandro Aversa
28% attività
0% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
adesso è più chiaro.
Più che di garanzia, che in medicina è un concetto che non si applica come alle viti e ai bulloni, parlerei di correttezza nell'assunzione di responsabilità da parte del professionista; credo che dovrebbe parlarne pacatamente col suo dentista e, insieme, valutare attentamente quali possono essere le cause di tali rotture e prendere i provvedimenti giusti per risolverle.
Forse risaldare una barra che, per un qualche motivo, sopporta carichi sbilanciati non risolve ma questa è solo un'ipotesi.
Non credo che lei possa essere contento di andare ogni 3 mesi a farsi risaldare gratuitamente la barra ne il dentista di farglielo neppure a pagamento; quindi il problema, secondo me, non è garanzia o no, è trovare il bandolo della matassa, sbrogliarlo e risolvere il problema, con i costi che ci saranno ma con la soddisfazione di entrambi.
[#5] dopo  
Dr. Armando Ponzi
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
la saldatura, necessariamente laser per avere minime garanzie, ha un fattore critico ma cruciale per la sua tenuta nel tempo:
-la superficie di contatto delle parti da saldare.
Nel suo caso queste superfici sono probabilmente esigue e non consentono una durevole stabilità
Oltretutto può essere complicato il perfetto riposizionamento delle due parti rispetto all' alloggiamento protesi.
Personalmente, rivaluterei il caso per trovare altre soluzioni.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Se si spezza la saldatura, ci sono due possibilità:

1) La saldatura è "fatta male"
2) La saldatura è "fatta bene".


Analizziamo il secondo caso.
Se il lavoro "meccanico" della barra è a posto, c'è qualcos'altro che spinge su quella barra con una forza tale da superare il suo punto di rottura.
Finché non è stato trovato questo motivo che sprigiona una tal forza, la soluzione "meccanica", ovvero smontare, risaldare e rimontare, avrà inevitabilmente vita breve.
Non sarebbe quindi una questione di "garanzia", perchè la parte "meccanica" sarebbe a posto, ma una questione verosimilmente legata alla protesi rimovibile.

Cosa potrebbe però scatenare tali forze non posso azzardarlo on-line.