Utente 150XXX
Salve Dottori, sono un ragazzo di 26. Ho un prolasso di grado lieve della mitrale diagnosticato circa sette anni fa, soffro di reflusso gastroesofageo secondo il gastroenterologo ma non ho una diagnosi certa e sono molto ansioso, nell'ultimo anno ho curato gli attacchi di panico collegati proprio alla mia paura di morire soprattutto per patologie legate al cuore.Ho fatto sempre sport tra cui ciclismo su strada a livello agonistico per 5 anni ino all'età di 18 anni. Per il prolasso eseguo annualmente un ecocardiografia colordoppler e ho effettuato sin ora due holter cardiaci, l'ultimo a maggio 2012, e un test da sforzo al cicloergometro. Gli esami risultano nella norma e i medici dicono che non ho nulla. Avverto alcune extrasistoli, in alcuni periodi più spesso in altri quasi mai. Ho una frequenza a risposo che si aggira sulle 45 pulsazioni (36-40 secondo gli holter) ma a volte mi sta capitando di avvertirla più alta a riposo (sulle 80 pulsazioni) e mi da fastidio, mi sento male. La cosa che mi preoccupa di più però è una strana aritmia che ho avvertito in tre occasioni del giro di 2-3 anni, mi si è presentata una volta mentre giocavo a calcetto e una volta mentre camminavo a passo svelto, avverto il cuore battere velocemente ma in modo aritmico come se non compiesse un battito completo, come se facesse un battito a metà. Mi è durata pochi minuti ma in quei momenti ho avuto una paura terribile,avevo paura di morire. Come dicevo prima dagli esami non risulto avere problemi. Cosa mi dite? é preoccupante? Dovrei fare altri esami più specifici? Posso fare attività fisica? Potrebbe essere collegata alla mia ansia e ai problemi di stomaco? Perchè spesso quando ho queste sensazioni avverto problemi di stomaco e a livello intestinale.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L esame piu intelligente da programmare è un ecg sotto sforzo massimale al cicloergometro per valutare la,reale presenza di aritmie ed il tipo di aritmie che la infastidiscono
Ne parli con il suo medico
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dottore, nel frattempo posso svolgere attività fisica? C'è bisogno di farlo con urgenza? Devo avere qualche accorgimento?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Prima faccia la prova da sforzo e poi ne riparliamo
Arrivederci
[#4] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
grazie mille dottore. Sono preoccupato
[#5] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
Salve Dottore, ho rifatto il test da sforzo al cicloergometro ed è risultato negativo...mi hanno fatto arrivare fino a 200 watt, la frequenza massima è stata di 155 pulsazioni corrispondenti al 79% della fcmax per l'età considerata (26 anni). Secondo lei dovrei fare altri esami? Ho visto che ci sono alcuni apparecchietti impiantabili sotto cute che possono registrare l'elettrocardiogramma anche per tre anni, sarebbe il caso di eseguire questo test?
[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
assolutamente no non ci cisono le indicazioni
arrivederci
cecchini
[#7] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
E la strana aritmia di cui ho descritto sopra i sintomi da cosa potrebbe derivare? Dai sintomi sembrava una fibrillazione
[#8] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
E' verosimile che lei abbia una forte componente ansiosa.
Il fatto che l' ECG sotto sforzo sia risultato negativo per ischemia od aritmie sforzo indotte la deve tranquillizzare.
Arrivederci
cecchini
[#9] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
Capisco e grazie mille per la disponibilità...le chiedevo anche perchè stamattina ho seguito un programma in tv in cui uno specialista parlava di tachicardie e aritmie e fra gli esami consigliati vi erano questi con apparecchi impiantabili, holter e altri ma non hanno parlato di test da sforzo e ecocardiogramma. Grazie mille ancora Dottore
[#10] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non nel suo caso.
Arrivederci