Utente 289XXX
Gentili dottori,
sono una ragazza di 21 anni e da qualche giorno, più volte in una giornata, ho dolori al petto o alle braccia che durano circa un'ora poi scompaiono. Spesso sento anche una sorta di peso al petto e il cuore batte velocemente appena faccio il minimo sforzo ( ad esempio alzarmi dal divano ). La pressione è controllata dall'endocrinologa da cui sono in cura per l'amenorrea e anche il colesterolo è nei limiti. Devo dire che in famiglia ci sono diversi casi legati a patologie cardiache, come mio nonno paterno che ha avuto un infarto, mia nonna materna che ha problemi di sincopi ed è in cura per trovare la causa precisa e mia mamma che è morta giovane per una trombosi ( fumava molto ). Per questi motivi e siccome da quando sono bambina ho periodi in cui mi vengono delle extrasistole che scompaiono con qualche colpo di tosse involontario, cinque anni fa il medico mi ha consigliato di fare l'ecg normale e sotto sforzo e l'ecocardiogramma per vedere se ci fosse qualcosa di genetico. Dagli esami è risultato tutto perfetto, tranne la carenza di potassio ( che ho assunto con bustine ). Ieri sono andata a fare una lezione di prova di Zumba ( non mi hanno richiesto il certificato medico, e forse ho sbagliato a non fare prima la visita anche se non richiesta ) e dopo un po' mi girava la testa e avevo lievi dolori al petto, perciò mi sono fermata un po' e tutto è passato. Venerdì andrò dal cardiologo a fare la visita per avere il certificato di buona salute, ma sono un po' preoccupata perché, essendomi già successo un po' di tempo fa di avere dolori forti al braccio sinistro ma il mio medico, senza visitarmi il cuore, mi ha detto che si trattava di una contrattura muscolare, ho paura che tutto sia collegato e che possa trattarsi di qualche problema cardiaco. Quindi le mie domande sono: può essere che, se fosse qualche problema cardiaco, i dolori vanno e vengono durante la giornata senza rimanere fissi tutto il tempo e che la pressione sia comunque a posto? e queste extrasistole ( che mi vengono solo a riposo anche se sono tranquilla ) siano dovute all'ansia o al fatto che le ha anche mio papà ( infatti sta prendendo una pastiglia, anche per la frequenza dei battiti troppo elevata )? Mi rendo conto che magari è solo una questione di ansia ma dato che i sintomi di mia mamma erano stati un po' sottovalutati anche dal suo medico curante, io preferisco controllare tutto. Spero di esser stata chiara, e ringrazio in anticipo per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' stata chiara, ma mi sento di tranquillizzarla...i suoi disturbi non hanno una relazione con un cuore "che non và", come è già stato dimostrato dalle indagini che ha fatto...a 21 anni poi...Faccia pure una vita normale.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio per l'immediata risposta, sono decisamente più tranquilla.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2013
Gentile dottore, ne approfitto per chiederle un ulteriore consulto: come da molti medici consigliato, oggi ho iniziato ad andare in palestra e a distanza di qualche ora dalla fine dell'allenamento sento un forte senso di bruciore/dolore costante al braccio sinistro che per alcuni minuti riguarda anche il petto. (non ho fatto sforzi con le braccia) Quindi le chiedo se questi sintomi possano essere collegati all'attività fisica e se indicano qualcosa di anormale. Inoltre l'endocrinologo mi ha prescritto una serie lunghissimadi esami ( ad es.proteina C e S, fattore V Leiden, antitrombina ecc ) da effettuare prima di iniziare una terapia estro-progestinica per la policistosi ovarica; questi esami servono per escludere problemi di coaugulazione del sangue?

Cordiali saluti