Utente 249XXX
Salve,
ho 19 anni, sono alta 1,60 e peso 70 chili. Nonostante nell'ultimo anno, dopo aver subito una tiroidectomia per carcinoma papillifero, grazie a dieta e attività fisica (che continuo ancora adesso) sia riuscita a perdere 16 chili, ho un problema di grasso localizzato nella parte inferiore del corpo (con 2\3 taglie di differenza rispetto alla parte superiore) che non riesco ad eliminare. La mia paura è che continuando la dieta io possa dimagrire ancora di più nella zona del busto, facendo aumentare il "dislivello".
Vorrei, quindi, avere delucidazioni su quali siano i trattamenti (non chirurgici) più efficaci per ovviare (anche non totalmente) al mio problema e le differenze tra questi.
Inoltre, in che modo posso prendere atto della professionalità del personale a cui eventualmente mi rivolgerò?
Ringrazio anticipatamente per la disponibilità.
[#1] dopo  
Dr. Dario Graziano
44% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2010
gentile utente, sono davvero molti i metodi attenuare le adiposità localizzate (mesoterapia, criolipolisi, fosfatidilcolina, ecc). La scelta viene fatta in base alla sua situazione locale (+ o meno edema, lassità dei tessuti, ecc.). Per essere sicuri della professionalità ci si può intanto accertare dell'iscrizione all'ordine dei medici (sul sito dell'ordine dei medici) e poi verificare eventuali specializzazioni, master ed esperienze pregresse. Inevitabilmente però è indispensabile la fiducia che si instaura generalmente dopo il primo colloquio
cordiali saluti.