Utente 289XXX
Gentili Specialisti,
Sono un ragazzo di 25 anni, lo scorso dicembre la mia partner ha avuto un primo caso di candida. Io poco dopo ho effettuato una visita da un dermatologo-venerologo il quale non ha riscontrato nulla dal punto di vista visivo. Terminata la cura e a distanza di 3 mesi la mia partner ha avuto un secondo caso di Candida, questa volta molto doloroso al punto da spingerci ad effettuare una visita presso il pronto soccorso di ginecologia. Qui, diagnosticata l'infezione le hanno prescritto una terapia di diflucan 200mg , creme interne e ovuli per circa un mese. Al sottoscritto hanno prescritto 3 cp di Diflucan 200mg per tre giorni consecutivi e 1 cp alla settimana per le restanti 4 settimane. Ad oggi ad entrambi resta da assumere solo l'ultima compressa. Quello che le chiedo è se sarebbe utile effettuare al termine della terapia un esame specialistico per l'uomo al fine di verificare se l'infezione è stata definitivamente debellata (non vorremmo davvero più recarci al pronto soccorso!)
Integro questa mia domanda dicendo che recentemente mi è anche stata diagnosticata una psoriasi guttata dovuta ad una infezione da streptococco. Per questa, avuto solo di recente il responso delle analisi necessarie in questo caso(analisi del sangue e tampone tonsillare), mi appresto ad affettare una terapia di Amplital per 6 giorni. Vorrei quindi sapere se le due terapie sono incompatibili. Mi scuso per la mole di domande e ringrazio anticipatamente.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
le terapie non sono incompatibili.
La diagnosi di candidosi per lei si basa sulla obiettività e anche sul tampone cutaneo se necessario.
purtroppo per la donna la recidività in alcuni casi è estenuante , anche senza rapporti. Ovviamente il rapporto risulta , per l'atto stesso , un fattore scatenante notevole, ma molto si può fare come prevenzione igienica.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2013
Gent.le Dottore ,
La ringrazio per la sua risposta. Vorrei sapere questo tampone di cui Lei mi riferisce è effettuabile in un qualsiasi laboratorio analisi o deve essere condotto da uno specialista? Inoltre quanto tempo dopo la fine della terapia mi converrebbe farlo onde evitare un falso-positivo?
Grazie ancora e rinnovo i saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Si può fare in qualsiasi laboratorio e molti dermatologi lo hanno in studio.
Consiglio di far passare almeno 2 settimaneper evitare un falso negativo.
Cordialità