Utente 140XXX
Buongiorno,dopo aver sentito il parere di 2 chirurghi,mi hanno consigliato asportazione colecisti in laparo.ora volevo sapere se questa procedura comunque è fattibile visto che ho fatto 2 laparo diagnostiche x endometriosi nel 1996 e 1998.Non vorrei che si fossero formate aderenze e intervento con questa metodica non si può fare.ho un taglio solamente sotto ombelico.volevo anche sapere ,visto che il mio calcolo misura 1cm,se cmq può andare a finire nel dotto cistico o coledoco.e se le coliche sono date da questo o anche dallo spostamento dello stesso nella colecisti.sono molto in ansia.aspetto risposta.grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La laparoscopia permette di eseguire interventi limitando grandemente la formazione di aderenze. Per cui certamente per la colecistectomia è la procedura da preferire. La dimensione del calcolo è tale da rendere improbabile la sua migrazione verso il cistico ed il coledoco.
[#2] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009
buongiorno,mi è sorto un altro dubbio,visto che ho da circa 1 mese un senso di pienezza anche dopo aver mangiato poco e in bianco,,continue eruttazioni come se non riuscissi a digerire,tutto questo può riferirsi allo stomaco o al calcolo alla colecisti? la gastroscopia l'ho fatta nel 2010,(gastrite cronica e piccola ernia iatale)fatta terapia x 1 mese con omeprazolo e riopan 2volte al dì.non capisco più nulla....non vorrei asportare colecisti e poi avere ancora stessi disturbi.aspetto risposta.grazie
[#3] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
La calcolosi della colecisti è certamente responsabile delle coliche biliari. Per quanto riguarda gli altri disturbi riferiti non è certo che dipendano da quello. È possibile che disturbi dispeptici siano da correlare ad un cattivo funzionamento della cistifellea,ma ovviamente possono non dipendere solo dalla patologia litiasica.
[#4] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Nei limiti del possibile(organizzazione della struttura,paziente favorevole al'approfondimento diagnostico etc.....)sarebbe corretto prima di sottoporsi ad intervento di cole cistectomia,eseguire una gastroscopia i.Infatti lo studio dell'apparato digerente alto(stomaco e colecisti)conferma se la dispepsia dipende o no dalla sola patologia colecistica.
Saluti
[#5] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno,oggi ho fatto analisi e controlli prericovero e visita con chirurgo e mi ha prescritto anche una gastrosopia prima di intervento.(ultima 2010 con gastrite cronica e ernia iatale)ora sto assumendosu consiglio medico famiglia, omeprazolo da 10mg 1cp al dì e riopan 2 bustine al dì,vorrei sapere se prima di gastro devo sospenderle visto che mi sono dimenticata di chiedere.Se la gastro fosse positiva x gastrite o altro,intervento cmq lo dovrei sempre fare?aspetto risp.grazie
[#6] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
La terapia non deve essere sospesa prima dell'esame. Circa l'intervento dovra decidere con il chirurgo alla luce dell'esito dell'esame,che salvo rari casi può essere pregiudizievole ai fini dell'idobeita.
[#7] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,si consiglia di solito la sospensione degli inibitori di pompa se si prevede la ricerca dello
Helycobacter Pilory.
Saluti
[#8] dopo  
Utente 140XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno.oggi fatto gastroscopia e il referto è il seguente: esofago con risalita della linea zstomaco con presenza di ernia jatale in retroversione e reflusso biliare.gastrite erosiva ed iperia dell'antro,reflusso di bile.piloro pervio.duodenite erosiva diffusa,prelievo per cp test e biopsia duodenale.regione papillare nella norma. diagnosi:esofagite in ernia jatale,gastrite erosiva a refluso biliare.duodenite erosiva. terapia consigliata:pantoprazolo 40mg a digiuno 1 volta al dì noremifa sciroppo la sera.attesa esito prelievi.ora vorrei sapere se tutto questo è dato anche dalla colecisti non funzionante,se devo iniziare terapia visto che giovedì ho intervento colecistectomia e se questa situazione è grave.mi preoccupa....grazie
[#9] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,la situazione gastrica potrebbe essere responsabile della sintomatologia dispeptica a prescindere dalla patologia colecistica.Se i curanti condividono,potrebbe iniziare la terapia per rendersi conto se risponde con regressione dei sintomi o bisogna modificarla.Per l'imponente reflusso biliare infatti sarebbe preferibile anche
dell'acido ursodesossicolico per rendere la bile meno dannosa per lo stomaco.
Comunque prima di una eventuale colecistectomia e' sensato attendere le risposte del cp test e biopsia.
Saluti