Utente 306XXX
Buongiorno, descrivo di seguito i problemi da me avuti e tuttora peristenti nati dopo un'operazione al menisco della gamba sinistra in artroscopia, con anestesia epidurale, in quanto ad oggi ancora sussistono.
L'operazione é stata fata il giorno 14/5, appunto con anestesia epidurale, fatta due volte in quanto il primo tentativo era fallito. A fine operazione ho avuto un problema respiratorio (sentivo una pressione sul petto e facevo molta fatica a respirare, mi é stato detto che é stato dovuto alla tensione e stress che avevo, quindi un attacco di panico; preciso che non ne ho mai avuti, in 2 minuti mi é passato e la respirazione é tornata normale).
Nelle ore successive ho smaltito l'anestesia e sono riuscito ad urinare senza problemi, fino a che due giorni dopo sono stato dimesso.
Dopo due giorni, ho avuto dei forti attacchi al nervo sciatico della gamba non operata (la dx) e dolori al bacino, ho avuto un consulto con l'anestesista dell'operazione che ha minimizzato dicendo che non erano dovuti all'anestesia ma o avevo già dei problemi alla schiena da prima (non ne ho mai avuti) oppure dovuti ad una scorretta postura. Ho quindi iniziato un trattamento di cortisone (deltacortene 25mg) e brufen, nello specifico la mattina quando mi sveglio prendo un antra subito, poi colazione e mezza pastiglia di cortisone, dopo pranzo un brufen e dopo cena l'altra mezza pasticca di cortisone(per 8gg). In questo momento ho quasi finito la cura, oggi é l'ultimo giorno e da ieri l'altro ho calato lo dase di cortisone da mezza a un quarto di pasticca dopo colazione e dopo cena mantenendo il brufen. Il dolore sciatico in questo periodo si é affievolito senza darmi piu forti attacchi dolorosissimi come accadeva prima(solo fastidio latente a gluteo destro), ma si é sostituito un forte dolore al bacino e alle fasce sinistra e destra del bacino, non sempre presente ma peggiora quando mi sdraio.
Ieri sera dopo aver fatto per la prima volta una blanda fisioterapia in piscina per il ginocchio ho riacutizzato il dolore al bacino e una volta stesomi ho avuto un forte tremore incontrollato durato 5 minuti a entrambe le gambe e schiena (mi era già capitato una settimana fa circa) ma anche qui mi hanno detto che sarebbe legato ad attacco di panico o a postura errata.
Spesso sento i muscoli della schiena irrigiditi e devo concentrarmi per rilascialri.
La risonanza fatta circa una settimana dopo l'intervento ha dato esito negativo e sembra tutto apposto, i medici che ho visto mi dicono che non é niente e passerà, me lo dicono da settimane ma il problema al bacino sembra peggiorare, sono molto preoccupato sia per i dolori sia per il fatto che nessuno riesce a dirmi cosa ho effettivamente, non dormi piu di 2-3 ore a notte. Il fisioterapista riconduce tutto ad errore posturale e vorrebbe trattarmi con laser yag, tecar terapia, massoterapia, terapia manuale ma appena mi tocca il bacino muoio dal dolore. Spero di essere stato chiaro, rimango ovviamente a disposizione, aiutatemi, grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Luigi Stella
32% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Buonasera,

Non ritengo che i sintomi da Lei presentati possano essere riportati alla puntura epidurale poichè se ci fosse stato qualche effetto collaterale si sarebbe evidenziato alla risonanza.
Tuttavia in qualche raro caso ci può essere una lieve aracnoidite chimica transitoria con una sintomatologia neuropatica che tende spontaneamente a ridursi.
Quindi mi sembra sia stata opportuna la terapia con antiinfiammatori che ha parzialmente risolto la sintomatologia.
Sintomi come tremore incontrollato o sintomi respiratori in apparenza gravi ma in realtà autolimitanti sono con grande probabilità legati ad uno stato ansioso ed alla tensione emotiva (non necessariamente attacchi di panico).
La sintomatologia residua potrebbe essere trattata farmacologicamente sino a quando non si ridurrà spontaneamente (i farmaci di elezione sono il Pregabalin e la Duloxetina).
Lei stesso ha notato che la tensione muscolare si riduce con la concentrazione. Per questo motivo io le consiglierei qualche ciclo di training autogeno per favorire una duratura riduzione dell'ansia, della tensione, dell'insonnia ed anche del dolore.
Qualsiasi sia stata la causa della sintomatologia mi pare che non sia stato trascurato nulla per cercare di risolverla positivamente
[#2] dopo  
Utente 306XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio infintitamente per la pronta risposta, che in parte mi tranquillizza.
Tengo a precisare però che il dolore al bacino e alle fasce laterali dello stesso non si é ridotto neppure con cortisone ed antiinfiammatori, durante la giornata é meno intenso ma dopo un'ora che mi stendo si ripresenta e si riacutizza fino a farmi alzare con dolori forti (é questo il motivo principale per cui non riesco a dormire), anche questa notte dopo due - tre ore di sonno nel letto mi sono svegliato e ho dovuto alzarmi ed andare a dormire sul divano (come al solito) in posizione seduta con un cuscino cilindrico dietro allo stesso bacino.
I forti attacchi di tremori li ho avuti solo due volte, sempre la sera, e mi hanno consigliato di assumere magnesio per ridurli, cosa che sto facendo.
Inoltre da du giorni accuso un forte dolore al collo e spesso quando mi sdraio mi si addormenta la mano sinistra ed in particolare il mignolo, non so se questo sia correlato ai precedenti sintomi.
Da oggi non assumo più cortisone e neanche antiinfiammatori (il brufen lo prenderò solo se comparissero nuovamente forti dolori sciatici e spero propio di non doverlo riassumere sperando che almeno la sintomatologia sciatica sia passata).
Lei crede che questi dolori al bacino siano dovuti a errata posizione posturale? L'addormentarsi continuo del mignolo ed intorpidimento alla mano é normale con dolore al collo? Come potrei accertare l'origine di questi problemi? L'operzione é stata fatta il 14 e continuo a non stare per niente bene con i sintomi da me descritti, prima dell'operazione ero sano come un pesce e non ho mai avuto problemi di sorta.
Come detto prima, la ringrazio moltissimo per la risposta e per la Sua disponiblità.
Iacopo
[#3] dopo  
Dr. Luigi Stella
32% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Buongiono,
se potesse essere più preciso nella descrizione dei dolori che lei riferisce al bacino potrei forse valutare meglio le cause (il dolore è tensivo, è localizzato anche al segmento lombare della colonna o solo alle fasce laterali del bacino, si irradia anche in altre sedi?).
Per quanto riguarda i dolori al collo e alla mano sinistra (ipoestesia) credo non siano correlati agli altri sintomi.
Le consiglierei comunque di fare una risonanza anche del segmento cervicale della colonna.
Non mi pare abbia accennato a cefalea in nessuna delle fasi di evoluzione dei sintomi, mi può confermare questo dettaglio?

Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 306XXX

Iscritto dal 2013
Per quanto riguarda i mal di testa sono praticamente assenti, se non piccole fitte ma di brevissima durata, invece mi capita a volte di avere giramenti di testa (non a livello di richiare di cadere ma capogiri).
Il dolore lombare nello specifico mi viene alla fine della colonna vertebrale, e subtio sotto, irradiandosi nelle due fasce laterali della spina dorsale bassa, non saprei come desrciverlo più tecnicamente ma spero di essermi fatto capire.
Il male al collo é nato circa 3 giorni fà e se mentre sono sdraiato appoggio le mani con il palmo sulla cassa toracica (come sono abituato a dormire) mi si addormenta il mignolo sinistro completamente ma basta alzare o muovere la mano affinché l'intorpidimento cessi.
[#5] dopo  
Utente 306XXX

Iscritto dal 2013
Specifico ulteriormente che i mal di testa (l'ho appena vuto) sono molto veloci, sono più che altro brevi fitte alla testa che scompaiono in pochi minuti senza prendere nessun medicinale per farli scomparire.
[#6] dopo  
Dr. Luigi Stella
32% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Buonasera,
Direi che i dolori lombari e laterali del bacino sembrano essere tensivi.
Rinnovo il consiglio di praticare almeno 2 volte alla settimana 20 minuti di training autogeno, sono sicuro che ne avrà un duraturo vantaggio.

Cordiali saluti
[#7] dopo  
Utente 306XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno, oggi ho rifatto la risonanza lombosacrale e risulta quanto segue, a parte i primi valori nella norma (che non scriverà qui sotto in quanto tutti nella norma) può spiegarmi quelli seguenti che non capisco?

In L4 L5 building discale circonferenziale con componente anche foraminale.
In L5 S1 modesto building mediano.

La ringrazio in anticipo per la disponiblità, spero non sia nulla di grave.

Iacopo
[#8] dopo  
Utente 306XXX

Iscritto dal 2013
Insieme ai due punti sopracitati mi era sfuggito anche il seguente, le chiedo la cortesia di spiegarmi anche questo, grazie.

-Rachide in asse con riduzione della fisiologica lordosi.

Grazie ancora.
Rimango in attesa di una Sua risposta.
[#9] dopo  
Dr. Luigi Stella
32% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Buonasera,
la risonanza ha messo in rilievo un'erniazione a livello lombare che al'altezza di L5 S1si appoggia sul forame ove escono le radici nervose.
Il suo dolore lombare può esserne la conseguenza.
La linearizzazione della colonna significa che la curva aperta posteriormante tipica del rachide lombare è ridotta in ampiezza. In genere questa linearizzazione determina ipomobilità della colonna e qualche volta può essere causa di dolore articolare (faccette articolari delle vertebre).
La terapia è quella già consigliata.

Cordiali saluti.