Utente 306XXX
salve. Ho quasi 35 anni e sono alto 1,72 pewr 85 di peso, quindi vagamente sovrappeso. Premetto che, anche se ho un attività sessuale abbastanza costante non ho mai perso l'abitudine alla masturbazione, a volte anche giornaliera. Da una ventina di giorni a questa parte all'inizio di un rapporto sessuale, mi e' successo, in piena erezione di avvetire un dolore all'altezza della zona posta subito prima del glande nella parte superiore del pene. Il dolore appena iniziato l'atto tende a sparire ma è abbastanza acuto appena l'eezione raggiunge il massimo culmine. Ho notato poi due cose: 1) dopo aver cessato per un breve periodo la maturbazione, questo dolore sembrava sparito per poi ricomparire 2) adesso mi è capitato, dopo un aumento dell'attività sessuale, di avere tale dolore anche durante le erezioni mattutine. Ciò che mi premerebbe capire è se si può configurare tale sintomo di dolore in fase di estensione massima ad un IPP o se si possa trattare di una semplice infiammazione per eccessiva masturbazione o simili. Il poblema è che essendo un dolore "scomodo" e "fastidioso" non vorrei rischiare di vedere o sentire cose che non ci sono per autosuggestione. Oltre al dolore tale patologia (l'IPP) ha anche altri sintomi iniziali? Faccio presente che comunque è mia intenzione, se il dolore non dovesse sparire, di consultare un andrologo. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la diagnosi differenziale si fa appunto fra IPP, postumi di trauma e infiammazione localizzata. Purtroppo di qua non riesco a saperlo. Comunque difficile per un profano la diagnosi differnziale.
[#2] dopo  
Utente 306XXX

Iscritto dal 2013
egregio dottore

mi sono recato oggi stesso da un urologo che tramite palpazione ha sentito una placca di IPP posizionata superiormente all'asta al centro lunga 1 cm. Io gli ho riferito di non avere alcun incurvamento e di aver avvertito il primo dolore in fase erettile due mesi va. Il medico mi ha prescritto tre mesi di cura con vitamina E ed un ecodoppler penieno dinamico che effettuero' privatamente tra 10 giorni dopo il quale mi saprà dare una terapia ancora più specifica.
La domanda è, la malattia può regredire sensibilmente? Se non ho avuto incurvamenti ora potro' averne tra del tempo? In ogni caso spero che l'esame radiologico dia risultati più precisi

grazie
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008