Utente 202XXX
Buonasera, non sono mai stata magra in vita mia, ma con la menopausa ed un brutto esaurimento nervoso io, che mi ero sempre posizionata tra i 75 e gli 80 chili per 1,60 di altezza, mi sono nel giro di un anno ritrovata a 110 chili. E' dall'età di 14 anni che , periodicamente, ho seguito diete anche sotto controllo medico, purtroppo però, nel momento in cui tornavo alle vecchie abitudini, riprendevo i chili persi con gli interessi.Ora da circa 2 anni ho cercato di cambiare stile di vita, controllando maggiormente, pur non privandomi di nulla, i grassi , gli zuccheri e i carboidrati, purtroppo non ho visto alcun risultato, ora mi sono rivolta ad una nutrizionista, la quale leggendo il mio diario alimentare, mi ha confermato quello che pensavo già io, non facevo grandi errori alimentari ( una puntina di miele nel caffè, 1 bicchiere di vino a pasto e a cena, colazione sempre uguale e purtroppo poco movimento per via dei dolori alla schiena che mi affliggono) La dietista mi ha detto che ho un metabolismo molto lento. e difatti, pur avendo seguito alla lettera lo schema dietetico in un mese ho perso mezzo chilo scarso. La mai tiroide, ha sempre funzionato bene (ancorché abbia un nodulo diagnosticato come TIR3 da operare) , non sono diabetica e tutti gli esami standard del sangue (glicemia, colesterolo, trigliceridi, glicemia, esami specifici del fegato) sono nella norma. Arrivata a questo punto mi chiedo cosa potrebbe allora influire sulla lentezza del mio metabolismo. Nell'ipotesi che mi faccia operare per l'asportazione del nodulo tiroideo c'è la concreta possibilità che mi venga asportata una parte della tiroide se non tutta......penso che se non riuscirò a perdere peso ora, sarà difficile dopo l'operazione . Cosa mi consigliate, ci sono farmaci che possono aiutare a velocizzare il metabolismo o quali altri fattori possono renderlo così lento? Vi ringrazio anticipatamente, cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gent. utente,

in effetti i Suoi dati pondero staturali confermano un Obesità 3° con un Indice di Massa Corporea (BMI) pari a 42, 97.

Oltre alla valutazione dell'assetto ormonale tiroideo è consigliabile escludere altre cause (insulino-resistenza? dismetabolismi? ecc.), oltre ad approfondire le indagini sulla valutazione della composizione corporea (BIA) ed a stabilire attentamente l'attività metabolica dell'organismo.

Ne parli col Suo Medico Dietologo di fiducia.



Cordiali saluti.