Utente 309XXX
Salve, la mia domanda riguarda l'ormai annosa questione delle dimensioni. Premetto che sono in peso forma (non sovrappeso) di altezza normale (circa 1,70 m). Il mio pene non eretto è davvero molto piccolo; in erezione misura circa 8 cm (forse poco di più) ed è abbastanza sottile. Non ho disfunzioni (funziona tutto correttamente). Ho spesso fatto "consulti" on line o richieste in forma anonima, ma le risposte sono state tutte di tipo: "le dimensioni non contano" oppure "molti uomini soffrono della sindrome dello spogliatoio, ma in realtà non hanno nulla che non va", ma nessuno mi ha mai dato una risposta chiara e semplice del tipo "si/no". Io credo di essere "realmente" "sotto-dotato" e vorrei conferma chiara o meno di questo. Lo penso realmente perché ho più segnali di ciò:
1) In commercio esistono molti preservativi, ma nessuno è adeguato al mio pene, nel senso che sono tutti "larghi" e si sfilano. Se non esistono in commercio preservativi della mia taglia vuol dire che in pochi, per non dire quasi nessuno, ha delle dimensioni paragonabili alle mie.
2) Le statistiche si trovano in rete riportano distribuzioni delle diverse dimensioni nella popolazione maschile. Le medie si aggirano intorno ai 13 cm, ma la misura media non è un'indicatore efficace poiché è appunto una semplice media. Altra informazione riportata è la dimensione "più ricorrente" di circa 15 cm (anche questa poco rappresentativa poiché è semplicemente la dimensione "più frequente"). In taluni casi si trova, appunto, la distribuzione: ho notato che la scala di distribuzione va da 9/10 cm (0,2% degli uomini) a 23 cm (0,1%). Il fatto che sia "sotto-media" è ovvio (non ci serve uno scienziato per capirlo). Il problema è se sia "normale" o no (cioè sotto la soglia di "normalità" per una corretta vita sessuale).
3) Le visite andrologiche fatte hanno evidenziato dimensioni dei testicoli normali (forse un po' più piccoli della media, ma normali e funzionanti - producono normalmente sperma), il mio attuale livello ormonale è normale.
4) Le partner che ho avuto non hanno mai espresso giudizi in merito, ma le reazioni sono evidenti. Certe cose si capiscono.
La domanda principale è abbastanza chiara: non si tratta di un complesso (quella che è chiamata sindrome dello spogliatoio); non ho necessità di essere rassicurato. Vorrei solo sapere se posso considerare le mie dimensioni "normali".
In ultimo vorrei chiedere domanda secondaria): una persona nelle mie condizioni, come dovrebbe comportarsi con i contraccettivi fisici (proflilattico)?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Gentile utente, nel Suo caso si tratta di un pene piccolo (al disotto dei 10 cm di lunghezza in estensione).
Penso che nel Suo caso sia opportuno valutare (con estrema prudenza) una chirurgia che possa incrementare le dimensioni. Una chirurgia del genere può infatti farLe correre dei rischi in quanto a morfologia genitale, alterazioni estetiche, della sensibilità eccetera, per questo la sua effettuazione và valutata molto scrupolosamente in termini di pro e contro. Cordiali saluti