Utente 311XXX
Salve, volevo avere un consulto riguardo al coito interrotto effettuato in fase di presunta ovulazione.
L'altra sera, (per essere precisi 36 ore fa) ho avuto un rapporto non protetto che è durato a lungo in cui il mio partner si fermato 2-3 volte per qualche secondo per non raggiungere in breve l'orgasmo. Poi, qualche minuto prima di eiaculare è uscito praticando il coito interrotto. Prima di questo atto sessuale non ce ne sono stati altri nell'arco di 24 ore.
Essendo io a metà mese, ovvero 14 giorni dopo il primo giorno di ciclo, c'è qualche possibilità di rischio gravidanza?
Premetto che dopo circa 24 ore dal rapporto ho iniziato a sentire qualche piccolo disturbo all'ovaia, ma credo sia dovuto alla fase di ovulazione.
E' meglio che assuma la pillola del giorno dopo?
Ringrazio in anticipo per la vostra disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,il coito interrotto non è un metodo anticoncezionale sicuro ma,in "mani esperte" ,quali sembrano essere quelle del suo partner,non sembrano creare i presupposti per ricorrere alla assunzione farmacologica citata.Certo,se ha queste ansie,in futuro ricorrerei ad un metodo anticoncezionale più efficace e sicuro.Altro,da questa postazione telematica,non è possibile affermare,se non sottolineare che il calcolo dei giorni fertili può essere fallace...Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 311XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille per la sua celere risposta.