Utente 215XXX
Gentili dottori, inseguito ad una situazione di Candidosi cronica (curata per anni con creme e pastiglie ma sempre ricomparsa ad ogni ovulazione) il mio ginecologo mi ha prescritto dei fermenti probiotici per uso locale (Agena Blocagin).
Nel foglietto illustrativo le modalità di conservazione indicano una temperatura non superiore ai 25 gradi.
Purtroppo con questo caldo il mio appartamento supera di gran lunga questa temperatura e non so come conservare questi fermenti.
In farmacia mi hanno sconsigliato di metterli nel frigo perchè troppo freddo. Lo sto usando da un paio di giorni ma non noto miglioramenti, non vorrei che con il caldo si fosse alterato e avesse perso la sua efficacia.
Mi rendo conto che la mia è una domanda inusuale ma come posso fare per essere sicura che il prodotto si mantenga e quindi funzioni a dovere ?

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La temperatura ambiente , senza esposizione diretta a fonti di calore, è la soluzione ideale.
Gli effetti della terapia si vedono a distanza, quando l'ambiente vaginale aumenta le difese immunitarie.
L'effetto sui sintomi :bruciori, prurito potrebbe ottenerli con l'acido borico (ottimo antimicotico e antibatterico).
PRECISAZIONE: si parla di CANDIDOSI RECIDIVANTE in caso di 5 episodi SICURAMENTE ACCERTATI (tampone ,esame batteriologico a fresco) nell'arco di un anno.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 215XXX

Dott. Blasi la ringrazio.
Nel mio caso è sicuramente una candida recidivante (8 episodi in un anno).
Ho utilizzato questi fermenti e ho avuto una reazione strana: i sintomi sono peggiorati in modo esponenziale (pruriti fortissimi e bruciori).
Ne ho parlato con il ginecologo che mi ha detto di iniziare la cura con Macmiror comlex e di riprovare successivamente con i fermenti.
La sua spiegazione è che la candida "attaccata" dai batteri ha rilasciato , morendo,una grande quantità di tossine che mi hanno provocato un peggioramento.
Sia quello che sia io non me la sento di riprovare dato che la crema sta funzionando bene, non vorrei mai stare di nuovo male.
Lei cosa dice se, dopo la cura, usassi il Lactonorm con il quale mi sono trovata sempre molto bene?

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ma gli "otto episodi " di candidosi sono stati accertati con quale metodo ??
Esame a fresco ? Tampone specifico, anti micogramma?
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente 215XXX

Tampone vaginale.
A dire il vero 6 volte è risultata Candida albicans e 2 tampone negativo.
Ho usato comunque la crema antimicotica e in quelle due occasioni i sintomi sono scomparsi. In laboratorio mi hanno detto che succede che, nonostante ci sia l'infezione, il tampone risulti negativo.
Comunque ho fatto prima una visita ginecologica.