Utente 278XXX
Allora scrivo in merito a dei problemi che sto avendo: ho 19 anni e ho fatto ad ottobre scorso un intervento per correggere una forte curvatura del pene, eseguito con la tecnica di nesbit.

Ad oggi sto avendo questi problemi
- l'erezione non è mai al massimo
- eiaculo molto prima che in passato
- spesso, dopo l'eiaculazione, ho dolore (simile al bruciore) nella zona tra i testicoli e l'asta del pene.

Premetto che sono stato ad una visita andrologica, e il medico mi ha detto di cominciare una terapia con levitra da 10 mg una volta a settimana, volevo sentire altre opinioni circa questi sintomi, se possono essere legati all'intervento, e di cosa potrebbe trattarsi. Ne ho assunta una e, oltre all'effetto che ha per le poche ore, nei due giorni seguenti non presentavo questi problemi che poi si sono ripresentati a poco a poco.

Ho fatto degli esami ormonali, del sangue, spermiocoltura e urinocoltura e non e sono tutti nella norma.

Dunque scrivo per avere le vostre opinioni su le mie problematiche.

Grazie anticipatamente, anche per l'ottimo servizio che fornite agli utenti del sito.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la sintromatologia riferita nella zona perineale non ha una relazione diretta con la correzione pregressa del recurvatum.
Per completezza diagnostica eseguirei un'ecografia prostatica e delle vie seminali,nonche un ecocolordoppler penieno dinamico,pur
sottolineando che la positiva risposta generale e sessuale all'assunzione del vardenafil,deve tranquillizzare.Rimane,infine,da affrontare la eiaculazione precoce (quanto precoce ?) secondaria.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 278XXX

Iscritto dal 2012
precoce nel senso che dopo che sono passati molti giorni dall'assunzione del levitra, posso metterci anche molto poco a venire.

Mi aveva accennato lo specialista sull'ecocolordoppler penieno dinamico, ma prima vorrebbe vedere come va con la terapia con il levitra, che a suo dire dovrebbe riossigenare i corpi cavernosi.

Secondo voi potrebbe trattarsi di infiammazioni, congestioni o altro che riguardino la prostata?

Sicuramente è positivo che abbia risposto positivamente al farmaco, ma sono giovane e vorrei capire perchè senza di esso cala la qualità, grazie.

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...per questo in medicina si pone prima una diagnosi e poi si prescrive una terapia...e non viceversa.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 278XXX

Iscritto dal 2012
ma le vostre impressioni quali sono?
[#5] dopo  
Utente 278XXX

Iscritto dal 2012
non ci sono dei vostri pareri, anche se ovviamente non certi?
[#6] dopo  
Utente 278XXX

Iscritto dal 2012
volevo semplicemente sapere se è capitato anche a voi medici di consigliare una terapia del genere in seguito a questi sintomi