Utente 164XXX
Salve, sono uno studente universitario che non riesce più a concentrarsi sui libri la cui concentrazione e diminuita notevolmente ed inoltre la memoria si è ridotta di parecchio infatti ricordo che quando avevo 15 anni riuscivo a comprendere ed a ricoradare le cose in maniera veloce oggi che ne ho 26 faccio molta fatica a concentrami ed a ricordare. Sarei intenzionato a comprare un prodotto con Ginko Biloba di cui negli ultimi giorni (leggendo in rete) si è riscontrato come un ottimo prodotto per quanto concerne la memoria e la concentrazione. Dato che soffro di alcune patologie quali:

1 Leggera psoriasi (infatti almeno 2 o tre volte a settimana applico la crema flubason 0,25)

2 Ho un drenaggio a l'orecchio sx in quanto si formano dei mucchi nell'orecchio instalndolo e non facendomi sentire bene (impiantato circa due anni fa e non è stato ancora espulso)

3 inoltre circa un anno fa feci una cura a base di esomeprazolo gaviscon e peridon a causa di Esofagite erosifa (grado B sec los Angeles classification) associata ad ernia jatale da scivolamento da piccole dimensioni.

Attualmente faccio uso come su detto circa 2 o 3 volte a settimana del flubason a causa della psoriasi. Vorrei sapere se qualcosa di quello che soffro oppure se il flubason può essere contro producente oppure dannoso se usato insieme al ginkgo biloba, secondo voi ci possono essere effetti collaterali?

Inoltre in rete esistono una miriade di prodotti io avrei optato per uno dei seguenti:

1 ginko daily memory
2 solgar ginko biloba60 cp standarizzato
3 bodyraise ginko biloba 375 mg

Leggevo in rete che per aver un corretto funzionamento del prodotto conviene predere uno da 120mg voi quele mi consigliereste? Quelli citati sopra sono buoni oppure no?

Grazie per la vostra attenzione.
[#1] dopo  
Dr.ssa Fabiana Contri
40% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica

Gentile utente, per quel che espone al momento non ci sono controindicazioni all'assunzione del suddetto integratore. La maggior controindicazione per questo tipo di prodotto è l'assunzione contemporanea di terapia anticoagulante (di cui mi pare non faccia uso).
Il prodotto in questione può aiutare la memoria, anche se non vi sono studi scientifici in merito; la sua azione è soprattutto quella di alleggerire l'affaticamento cerebrale poichè aiutando il microcircolo cerebrale si suppone che apporti maggior quantitativo di ossigeno a livello del tessuto in questione e quindi ciò aiuta a sentire meno la stanchezza ed in teoria ad avere effetti positivi sulla memoria

Io personalmente durante gli studi universitari lo utilizzavo e devo dire che i suoi effetti li sentivo, non sentivo la fatica e studiavo per diverse ore di seguito, ma ciò non aumentava la mia capacità di memoria ....purtroppo, forse ero più concentrata.

Tra i prodotti citati l'unico che conosco è quello della Solgar gli altri non li conosco, un'assunzione giornaliera fino a 250mg non crea alcun tipo di problema.

distinti saluti e buono studio