Utente 175XXX
Gentile dottore, chiedo un suo parere. Ho un lieve prolasso mitralico e aneurisma del setto interatriale senza shunt. Eseguo ECG ed ecocardio periodicamente con esiti negativi. Il cardiologo mi consiglia una terapia con cardioaspirina come prevenzione per il setto. Siccome soffro anche di reflusso gastroesofageo e ho lo stomaco delicato secondo lei la cardioaspirina è necessaria? Grazie e scusi per l'ansia.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Si e' indicata per ridurre il rischio di microembolie legate all'aneurisma del setto.
Puo' eventualemente assumere la cardioaspirina tamponata (cioe' con sostanze che riducano l'aggressivita' diretta dell'aspirina sulla parete gastrica, mentre quella legata all'inibizione delle prostaglandine rimane).
Arrivederci
cecchini