Utente 268XXX
Ho effettuato a maggio la chiusura transcatetere del PFO.

Come unico effetto collaterale ho delle extrasistoli, ipotesi del cardiologo in base ai miei sintomi. Durante il controllo ad un mese dalla procedura ho avuto l'ECG collegato per un'ora e non si sono verificate extrasistoli.

Prendo integratori di magnesio e potassio che mi aiutano a ridurle in numero, comunque le avverto soprattutto se fa molto caldo o se sono stanco o preoccupato.

La mia domanda è semplice: per quanto queste extrasistoli siano normali dopo una procedura come quella alla quale sono stato sottoposto (così mi è stato detto), quando dovrebbero iniziare a sparire? Suppongo non ci sia una risposta facile tipo "sicuramente entro un anno", ma mi piacerebbe almeno avere un'indicazione di massima.

Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Effettui un ECG holter nelle 24 ore per quantificare in modo preciso il numero delle extrasistole. Potrebbe essere necessaria o quantomeno consigliabile una terapia antiaritmica.
Utile anche un ecocardiogramma di controllo.
Consideri inoltre che a tre mesi dall`impianto, potrebbe non essere certa la correlazione tra device ed extrasistole.

GI

[#2] dopo  
Utente 268XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio molto per la risposta.
Condividerò il suo consulto con il cardiologo con cui ho il controllo a 6 mesi.

Ma restando alla mia domanda dalla sua ultima affermazione deduco che non ci dovrebbero essere extrasistoli (correlate con il device impiantato) a 3 mesi.

Fino a quanto ci potrebbero essere? (2 mesi?)

Mi conferma che è un sintomo correlabile all'impianto?

Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
L'extrasistolia sopraventricolare è un sintomo correlabile all'impianto nel post procedurale.

Le ripeto che attualmente, se fossero presenti extrasistole in numero patologico, non mi sentirei di ricondurle all'impianto di Maggio del device, quanto a stress ed alterazioni elettrolitiche.


GI