Utente 967XXX
Gentili medici,

Ho 41 anni, nonna, alcuni zii di secondo grado e una nipote diabetici , un'epatite A avuta circa trent’anni fa che ha lasciato fegato "grasso" con steatosi.

Ho da circa dieci anni problemi di pesante sonnolenza post-prandiale, che si riteneva fosse dovuta alla steatosi epatica ut supra.

I sintomi sono : sonnolenza post-prandiale con sintomi di testa "ovattata", mi sembra di essere assente, apatico con scarsa voglia di fare qualunque cosa.

Mi è stato consigliato di eseguire la curva insulinemica e glicemica ; questi sono i valori risultati:

Glucosio per curva : 70 g

Curva glicemica:
Glicemia basale 103 (60 – 106)
Glicemia dopo 60 minuti: 114
Glicemia dopo 120 minuti : 98

Curva insulinica:
Insulina basale: 11,0 (3,0 -25,0)
Insulina dopo 60 min: 46,0 (40,0 – 200,0)
Insulina dopo 120 min. 11,0 (15,0 – 150,0)

Inoltre ho eseguito il controllo del testosterone (per la seguente sintomatologia: calo della libido, erezioni deboli, difficoltà di concentrazione, diminuzione della massa muscolare e aumento della massa grassa)

I valori:
Testosterone 3,6 (2,2 - 11,0)
Testosterone libero: 9,0 (8,7- 54,7)

Il medico curante mi ha prescritto, per la glicemia: metfonorm 500mg dopo pranzo e cena.
Per ciò che concerne il testosterone mi ha parlato di un gel che serve a normalizzare i livelli di testosterone ma mi ha consigliato di farmelo prescrivere da un endocrinologo o urologo.

Chiedo se i valori glicemici, insulinemici e di testosterone libero – totale possano considerarsi nella norma e se si concorda con la prescrizione del medico curante (metfonorm 500mg due volte al dì) e assunzione di testosterone in gel.

Grazie a chi vorrà rispondermi.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Quando i valori glicemici si attestano tra i 100/110 ed i 126 mg/dl si parla di alterata glicemia a digiuno.

In pratica di uno stato di pre-diabete, non di diabete, da monitorare,
anche con dieta scrupolosa.

Le consiglierei una attenta valutazione endocrinologica.

Prego
[#2] dopo  
Utente 967XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio.

Concorda con la prescrizione medica di metfonorm 500mg dopo pranzo e cena per 60 gg?

Cordialità
[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Come detto preferirei consigliarle una preliminare valutazione endocrinologica.

Cordialità
[#4] dopo  
Utente 967XXX

Iscritto dal 2009
Sì, ho già preso appuntamento con un diabetologo. Poiché l'appuntamento è fissato per fine settembre, mi chiedevo se posso continuare a prendere il metfonorm 500 tranquillamente fino a tale data.

Mi interesserebbe poi ascoltare più pareri rispetto a quanto mi dice il medico curante , e cioè che la glicemia alta può essere , molto più che la steatosi epatica, la causa della sonnolenza post-prandiale che mi affligge.

Grazie ancora e un saluto cordiale.
[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Fegato, diabete,iperlipemia, distiroidismi, problemi psicogeni, ed altro ancora, possono essere chiamati in causa quando si manifesta una sonnolenza post-prandiale.

Come scritto non vedo l'urgenza di intraprendere terapia con ipoglicemizzanti,
naturalmente ne parli con il suo medico.

Prego