Utente 620XXX
Salve lo scorso dicembre mi rivolsi al medico lamentando prurito e arrossamento su testicoli e base del pene.
Lui mi disse subito che era un fungo. Mi ha prescritto varie cose tra cui:travocort, pevaryl e fluconazolo. Dopo aver preso ste cose ed essere tornato da lui varie volte... la sua sostituta (del medico) mi disse che secondo lei non avevo più niente, però se sentivo ancora fastidio andare da un dermatologo.
Mi sono rivolto al dermatologo, a gennaio, lui mi disse che non avevo nessun fungo che ero solo arrossato e mi ha prescritto un gel intimo.
Dopo avermi prescritto il gel la cosa sembrava migliorata però dopo un mese fa i fastidi sono re-iniziati e quindi ho visto un altro dermatologo, che appunto mi disse che non era un fungo ma una dermatite. Quest'ultimo dermatologo mi ha detto di fare un cura cortisonica e se la cosa persiste usare l'intimo della dermasilk.
Dopo la cura cortisonica, con dermocrotal, e dopo aver usato l'intimo dermasilk, la cosa sembrava sparita. Però da una settimana la cosa si è ripresentata.
Inoltre anche la mia ragazza da subito ha presentato dei fastidi, solo che i sui sono "sfociati" in un dolore all'inguine che da febbraio scorso si è calmato sono per i due tre mesi estivi.
Lei ha fatto diversi tamponi ed è stata vista da due ginecologi diversi, ma non abbiamo risolto niente.
Lo so che senza visitarmi non riuscite a fare una diagnosi, però volevo capire voi medici che fareste a chi vi rivolgereste. Chiedo questo perchè la cosa sembra senza soluzione, io sono preoccupato più che altro per la mia ragazza, non so se ci sia correlazione frà quello che ho io e lei, e più che altro non so cosa fare ora.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
come ben comprende è impossibile fare una diagnosi.
Il consiglio è quello di rivolgersi ad uno specialista di fiducia e seguirlo sempre considerando che molte patologie possono avere un andamento cronicizzante o con frequenti riacutizzazioni. Quando queste si verificano conviene ritonare dal medico che la segue, per poter insieme comprendere le ragioni dei suoi disturbi e porre quindi rimedio.
Cordiali saluti