Utente 581XXX
Buongiorno. Il mio problema è questo.
Nel luglio 2012, dopo un test ergometrico anomalo, mi è stato installato uno stent non medicato nella coronaria sinistra.
In seguito i nuovi test ergometrici di controllo (senza copertura farmacologica) hanno continuato ad evidenziare le stesse anomalie, per cui nel dicembre mi è stata fatta una nuova coronarografia di controllo che non ha mostrato problemi.
Però anche i due successivi test ergometrici hanno continuato a risultare anomali. L’ultimo, di pochi giorni fa, è addirittura peggiorato.
Il cardiologo che mi segue è perplesso ed incerto se effettuare una terza coronarografia.
Secondo lui le possibilità sono due (le scrivo con parole mie):
a) lo stent si sta occludendo
b) è un problema di circolazione periferica.
Posso avere il vostro parere ed il vostro consiglio?
Di seguito i referti dei vari test eseguiti.
Grazie.
Renato


25/06/2013 - Test ergometrico. Esito: Test interrotto a 125 w per comparsa di livellamento STi in sede inferiore ed anteriore asintomatico ma significativo. Tale reperto si mantiene anche nel recupero. Nella norma la PA.

05/07/2012 – Eco stress interrotto a 0,56 mg/kg/min per alterazioni ECG e comparsa di angor e sensazione pre-lipotimica. Non induzione di alterazioni della cinetica a bassa dose. Perfusione ridotta a sede posterolaterale basale. regressione alterazioni ECG dopo 6 minuti dalla fine dello stress.

13/07/2012 – Paziente sottoposto a coronarografia con rilievo di stenosi critica di IVA prossimale trattata nella stessa seduta con PTCA ed impianto di stent non medicato.

21/11/2012 - Test ergometrico. Esito: Test interrotto a 125 w per 2’ ad una FC di 15 bpm pari al 69% della max teorica (test eseguito in copertura farmacologica) Non eventi aritmico ischemici ai carichi eseguiti.

7/12/2012 – Eseguita coronarografia di controllo. Esito: tutto a posto, “pervietà dello stent” e “albero coronarico privo di lesioni significative”.

12/02/2013 – Test ergometrico. Esito: Test interrotto a 125 w per 90” ad una FC di 136 bpm pari all’82% della max teorica. Asintomatico. Persistono turbe del ripol ventricolare nel recupero anche se meno evidenti rispetto al precedente.

10/09/2013 - Test ergometrico. Esito: Test interrotto a 125 w per 90” ad una FC di 136 bpm pari all’82% della max teorica. Si segnala comparsa di livellamento STT in sede anterolaterale (analogo al precedente). Tuttavia lo livellamento STT si è protratto anche dopo 5’ di recupero. Test dubbio ma non dianostico per ischemia inducibile.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Da quanto riporta i risultati degli ultimi test da sforzo non sono tali da rendere certa la diagnosi di ischemia coronarica....Forse potrebbe essere utile ripetere un ECO-stress, come ha fatto nel luglio 2012...
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 581XXX

Iscritto dal 2008
Grazie. L'ECO-stress può fornire informazioni utili?
Ho posto questa domanda al mio cardiologo il quale mi ha risposto che a suo avviso non aggiungerebbe molto ai risultati del test ergometrico.
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Se le ho consigliato l'indagine è perchè personalmente ritengo possa aggiungere delle informazioni importanti....
saluti
[#4] dopo  
Utente 581XXX

Iscritto dal 2008
Mi sembra un'ottima risposta.
Grazie :)