Utente 570XXX
gentile dottore,
ho sentito parlare di leida un medico per puro caso, e altrettanto per caso mi è capitato di vedere il suo nome su questo forum.
volevo porle un quesito.
mio fratello ha una storia molto lunga con un'infezione, o almeno così sostiene il medico di base, che avrebbe contratto circa tre anni fa e che nn riesce a curare.
dopo aver tolto le tosille per continue febbri, attribite poi ad ascessi tonsillari recidivi, e aver fatto un'operazione di FESS per togliere una sinusite ostruttiva con conca bullosa, ancora oggi ha avuto episodi febbrili.
il problema è che la febbre si ripresenta una volta scomparsa dopo pochi giorni e si gonfiano i linfonodi del collo.
dalle ultime analisi si riscontrano i monociti alterati, 13,3 la TAS con valore di 166 e dal tampone risulta candida in carica media.
il medico dice che la candida è la causa della febbre.
in passato mio fratello proprio nel periodo degli ascessi si pensa abbia contratto l'hestein barr.
tre anni fa proprio perchè nn si capiva il motivo della febbre e si pensava a leucemia, è stato ricoverato presso lo Spallanzani di Roma ma le emoculture sono state negative tranne quella.
so che l'heptein barr nn si ripresenta più come virus, ma sotto altre forme.
Mi scusi la confusione ma sono molto preoccupata e soprattutto confusa perchè nn sappiamo a chi rivolgerci e a questo punto io nn saprei neanche più cosa pensare.
la febbre dopo cura con rocefin per 6gg è scoparsa e i linfonodi un pò si sono sgonfiati, il dolore alla gola passato ma ad ogni modo l'infezione forse c'è e sta latente coperta dalle molte cure antibiotiche e cortisoniche fatte in passato.
Spero di averle dato abbastanza informazioni anche se abreviate.
la ringrazio per la gentilezza e la disponibilità.
un saluto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Vedo che non ha ricevuto alcuna risposta probabilmente perchè le informazioni sono molto generiche e non in grado quindi di mettere in condizioni di azzardare ipotesi tramite Internet.

Mi intrometto in una area fuori della mia competenza solo per allegarle un articolo pubblicato su questo sito sperando di farle cosa gradita

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=40590

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 570XXX

Iscritto dal 2008
gentile dottore,
la ringrazio molto per l'articolo.
ho letto con molto interesse quanto diceva, e trovo anche abbastanza riscontro nella situazione di mio fratello.
L'unico problema è che anche se gli indici di infiammazione ci sono e si pensa potrebbe essere una malattia infiammatoria cronica nn se ne capisce la causa in quanto se fosse batterica sarebbe impossibileper quanta terapia antibiotica ha fatto.
attualmente mio fratello ha di nuovo la febbre, che si è ripresentata neanche dopo un mese dall'ultima manifestazione, ed i linfonodi gonfi.
ora sta facendo di nuovo rocefin 1xdie intramuscolo.
martedì farà visita immunologica presso un immunologa del policlinico di Roma.
nel frattempo attendiamo.
ad ogni modo lui di test hiv anche ne ha fatti due e entrambi negativi dopo il ricovero allo spallanzani per via degli ascessi che facevano pensare a ben altro.
Mi scusi una domanda banale: quando vengono tolte le tonsille possono tornare degli ascessi ai linfonodi latero cervicali, o si possono "ascessualizzare" i linfonodi?
grazie mille per la sua cortesia.
cordiali saluti