Utente 305XXX
Ho scritto questo post circa dieci giorni fa in Medicina Generale, ma nessuno mi ha dato una risposta, non so il motivo, ma voglio sperare che nessuno abbia letto.
Ci riprovo!
Salve,
Questa è la mia storia recente descritta in un precedente post, evito di riscriverla, ma voi gentilmente leggetela, per meglio capire il mio problema.

http://www.medicitalia.it/consulti/Psicologia/372518/Ipocondria-ed-ansi

Ecco a distanza di giorni il mio malessere non è terminato. Sono giorni che accuso stanchezza, affaticamento e mancanza di energia sin dal mattino appena sveglio ( ho 23 anni, e sono uno sportivo) non riuscendo a vivere normalmente la mia vita. Respiro corto, costrizione toracica, borborigmi ed eruttazioni ( fastidiosissimi) 24h su 24, vista offuscata, orecchie tappate ( conseguente udito diminuito), sensazione di pesantezza facciale( come se i muscoli facciali e del collo non fossero elastici, ma rigidi e tesi, lieve disfagia che rimane, e crampi muscolari al minimo sforzo ( ho fatto palestra per 4 anni).

Come potete immaginare la mia vita è diventata veramente difficile e limitata da 5 mesi oramai a questa parte, nonostante io sia un tipo combattivo e che ce la stia mettendo tutta. Nonostante le analisi fatte (leggete il link sopra) ; ed oramai tutti i medici che accolpano tutti questi sintomi alla sola ANSIA, io contnua a pensare di avere qualche grave malattia, altrimenti non mi spiego come, nonostante le cure, io continui ad essere cosi debilitato a livello fisico, come se avessi 80 anni ( senza offesa).

Due sono le cose, o sono realmente gravemente malato, e vi chiedo quale analisi dovrei ancora fare per escludere tale ipotesi, visti i miei sintomi sopra indicati ( soprattutto l'astemia), o sono realmente e gravemente ipocondriaco e depresso, ed in tal caso chiedo comunque a voi consigli per la situazione.

Grazie in anticipo, e buon lavoro!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Roberto Sori
20% attività
0% attualità
4% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2008
Buongiorno
una diagnosi on line è ovviamente difficile perché i sintomi sono tanti e tutti aspecifici.
La storia però farebbe propendere per una ipocondria che li giustificherebbe tutti.
Il tutto aggravato da un reflusso gastroesofageo con erosioni per il quale una terapia con inibitori di pompa sarebbe più che utile.
L'attacco di panico poi non farebbe che confermare questa ipotesi.
Sicuramente la via da seguire è quella del supporto psicologico valutando anche la possibilità di un intervento farmacoterapico quindi psichiatrico per affrontare la forma ansioso depressiva che percorre tutta la Sua esposizione
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Francesco Antonio Santese
20% attività
8% attualità
4% socialità
PERUGIA (PG)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2013
salve!

di sicuro dovrebbe curare l'ernia iatale e esofagite che risulta dalla gastroscopia e i sintomi correlati.
chieda al suo medico di famiglia, di certo le prescriverà la terapia adatta.
(IPP, sucralfato, domperidone, etc etc)
intanto può seguire semplici accorgimenti come non esagerare coi pasti e speciamente a cena (e andando a letto dopo qualche ora dal pasto), evitare bevande irritanti o gasate (e caffè, menta, cioccolato, fumo, oli), ridurre-sopprimere il consumo di alcol, sollevare la testa del letto.

per quanto riguarda la stanchezza-spossatezza, potrebbe dipendere da una cattiva qualità del sonno.
soffre di rinite allergia-sinusite?

Il senso di rigidità dei muscoli della faccia e del collo potrebbe essere anche spia di una cattiva posizione sia nel letto che posturale o masticatoria (collegata ad eventuale bruxismo? comune in periodi di stress), o anche a qualche disturbo tipo cervicale. (tutti abbastanza risolvibili, nulla di grave!)

l'esito degli esami che ha già effettuato dovrebbe allontanare grossi dubbi riguardo la sua salute.
inoltre, come lei stesso ha scritto, vi è sospetto di un disturbo psicologico o psichiatrico di ansia-depressione-attacchi di panico, che molto probabilmente necessita di terapia con psicofarmaci (SSRI +- benzodiazepina).
ha solo usato quegli "integratori"?
probabilmente una terapia a breve termine con una benzodiazepina in attesa di una visita psichiatrica non avrebbe guastato.

in ogni caso, come già le sarà stato detto, eviti di autoanalizzare i sintomi e cercare spiegazioni autodidatte ai suoi disturbi...o peggio ricerche su internet e simili. si rivolga sempre in prima istanza al medico di famiglia, che potrà indirizzarla meglio verso terapie e accertamenti.
[#3] dopo  
Utente 305XXX

Iscritto dal 2013
Innanzitutto Grazie per le risposte, cercherò di rispondere a tutte le vostre domande.

Inizio col dirvi che ho già provveduto ad eseguire una cura per l'ernia iatale ed il conseguente reflusso gastro esofageo: Pantaprazolo appena sveglio ( lo prendo tutt'ora in compresse da 20 mg), Peridon per circa un mese prima dei pasti principali e Gaviscon Advance Dopo i pasti principali per circa due mesi.

Risultati: Sono molto meno frequenti bruciori di stomaco e rigurgiti acidi e la disfagia e migliorata ( anche se lievemente e ancora presente), ma spesso accuso ancora pesantezza epigastrica durante l'arco della giornata e frequentissimi e fastidiosissimi borborigmi ed eruttazioni. ( E' sempre per una causa nervosa o ho bisogno di un altro consulto gastroenterologo? )

Per quanto riguarda la qualità del sonno. beh non saprei dirle se ho un sonno di qualità o meno, ma se può essere d'aiuto, ultimamente e come se , mentre dormo, fossi sempre in uno stato di sonno leggero e mai pesante, o meglio, al minimo rumore mi sveglio, per poi riaddormentarmi. E' una sensazione ovviamente e non ho alcun riscontro di ciò,
Tra l'altro oggi ho anche rieffettuato le analisi del sangue per escludere patologie o altro che possano causare la stanchezza- spossatezza, ed avrò i risultati fra qualche giorno.

La rigidità facciale/ muscoli del collo continua, accompagnata da un senso di lentezza generale. Io non mi sento più lucido come un tempo ( ricordo che ho solo 23 anni), faccio fatica a concentrarmi ( anche per scrivere questa risposta) ed a prestare attenzione, anche quando qualcuno mi parla ( e come se fossi stonato), e non riesco ad essere attivo nelle situazioni che mi si pongono, tutt'altro sono molto passivo al tutto, mentre ciò che mi ah sempre contraddistinto è stata la mia vivacità e la mia brillantezza mentale. ( Ho anche blocchi, come vuoti di memoria che durano qualche secondo )

Oggi ad esempio, ero al bar con acuni amici e giocavamo a carte, all'improvviso per circa 15 minuti mi si è offuscata la vista ( come quando si guarda il sole per un bel pò e poi si cerca di guardare altro) e non riuscivo neppure a distinguere le carte. Stessa cosa mi è successa qualche ora dopo a che sono andato in Guardia medica e ho misurato la pressione 120/95.

Lo so che i sintomi sono molti e vari, ed appunto per questo io sono molto preoccupato, e non riesco più ad avere più un controllo della mia vita, causa appunto di tutti questi sintomi. ( Studio, sport, vita sociale ecc ecc)

Mi consigliate qualche altro controllo, o solamente un percorso di psicoterapia?

Grazie ancora!
[#4] dopo  
Dr. Francesco Antonio Santese
20% attività
8% attualità
4% socialità
PERUGIA (PG)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2013
sembrano sintomi di una forma di depressione.
ciò nonostante, come le dicevano i colleghi, non si possono far diagnosi via computer.
in ogni caso una visita tranquilla e attenta dal suo medico di famiglia è indispensabile per orientarsi meglio.

prima di una eventuale psicoterapia (lo psicologo non può prescrivere, ed è utile avere un parere medico prima di tutto il resto), una visita psichiatrica può nel frattempo richiederla lei direttamente, in quanto non necessita di impegnativa.
anche se i sintomi non dovessero dipendere solo dal suo stato psichico, è utile in ogni caso per avere un quadro migliore.

Arrivederci