Utente 320XXX
Gentili medici ,
Due mesi fa ho iniziato una cura a base di cipralex 10 mg/gg per una ricaduta di un disturbo d'ansia. Premesso che avevo già affrontato con successo la suddetta terapia associata a cbt per circa due anni senza sostanziali effetti collaterali; alla ripresa della terapia ho riscontrato come effetto collaterale una totale riduzione delle libido ed inizialmente anche difficoltà a mantenere l'erezione, sebbene la cura fosse efficace sui sintomi ansiosi, ho chiesto al mio psichiatra un'alternativa per superare la disfunzione sessuale. Ora mi ha prescritto reboxetina e la sto prendendo da circa 10 giorni a 4 mg alla mattina con l'obbiettivo di passare a. 4+4. Sebbene i sintomi ansiosi non siano tornati, il farmaco mi da come effetti collaterali (credo) agitazione, sudorazione eccessiva, umore più basso del solito e non noto alcun miglioramento dal punto di vista sessuale.
Volevo chiedervi se con il procedere della terapia gli effetti indesiderati spariranno e se potrò tornare ad avere una vita sessuale soddisfacente.
Grazie

[#1]  
Dr. Roberto Di Rubbo

28% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
EMPOLI (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Gentile Utente, è possibile che gli effetti collaterali sessuali della reboxetina possano attenuarsi dopo alcune settimane di trattamento. Nella mia esperienza in parte permangono pur essendo la reboxetina un inibitore selettivo della ricaptazione della Noradrenalina e non un serotinergico. Gli altri effetti che avverte sono effettivamente riconducibili al farmaco, a parte l'umore più basso del solito. Consideri che il periodo di trattamento è troppo breve; dopo un periodo congruo dovrebbe vedere i benefici del farmaco (sull'ansia già li sta vedendo) e sviluppare un discreto adattamento agli effetti collaterali. Il suo psichiatra le fornirà sicuramente chiarimenti e incoraggiamento per la prosecuzione della terapia.
Cordialità,
Dr. Roberto Di Rubbo

[#2]  
Dr. Roberto Di Rubbo

28% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
EMPOLI (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Gentile Utente, è possibile che gli effetti collaterali sessuali della reboxetina possano attenuarsi dopo alcune settimane di trattamento. Nella mia esperienza in parte permangono pur essendo la reboxetina un inibitore selettivo della ricaptazione della Noradrenalina e non un serotinergico. Gli altri effetti che avverte sono effettivamente riconducibili al farmaco, a parte l'umore più basso del solito. Consideri che il periodo di trattamento è troppo breve; dopo un periodo congruo dovrebbe vedere i benefici del farmaco (sull'ansia già li sta vedendo) e sviluppare un discreto adattamento agli effetti collaterali. Il suo psichiatra le fornirà sicuramente chiarimenti e incoraggiamento per la prosecuzione della terapia.
Cordialità,
Dr. Roberto Di Rubbo

[#3]  
Dr. Roberto Di Rubbo

28% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
EMPOLI (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Gentile Utente, è possibile che gli effetti collaterali sessuali della reboxetina possano attenuarsi dopo alcune settimane di trattamento. Nella mia esperienza in parte permangono pur essendo la reboxetina un inibitore selettivo della ricaptazione della Noradrenalina e non un serotinergico. Gli altri effetti che avverte sono effettivamente riconducibili al farmaco, a parte l'umore più basso del solito. Consideri che il periodo di trattamento è troppo breve; dopo un periodo congruo dovrebbe vedere i benefici del farmaco (sull'ansia già li sta vedendo) e sviluppare un discreto adattamento agli effetti collaterali. Il suo psichiatra le fornirà sicuramente chiarimenti e incoraggiamento per la prosecuzione della terapia.
Cordialità,
Dr. Roberto Di Rubbo

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

La tempistica ancora non è quella utile a valutare il risultato finale. La reboxetina però ha un'azione antidepressiva, usato su un disturbo d'ansia solo per un effetto collaterale può essere una soluzione, ma allora esistono medicinali pensati per i disturbi d'ansia che hanno un'azione mista (doppia), ovvero come una combinazione di s-citalopram e reboxetina (ad esempio la duloxetina, la venlafaxina, alcuni triciclici).
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 320XXX

Salve,
grazie per le risposte, in effetti assieme allo psichiatra abbiamo convenuto di sospendere la reboxetina che non tolleravo, e di fare un washout durante il quale avrei dovuto tenere i sintomi sotto controllo con un ansiolitico. Paradossalmente sospendendo la rebox i sistomi anche ansiosi sono spariti per poi ri-subentrare con attachi di panico, ansia libera ed uno stato depressivo associate. Lo psichiatra mi ha quindi prescritto il wellbutrin visto che eravo partiti da una serie di effetti collaterali spiacevoli con l'SSRI. Ora sto usando wellbutrin da circa una settimana e fortunatamente non ho effetti collaterali ma non noto ancora effetti di riguardo sulll'ansia (anche se il tono dell'umore lo trovo migliorato anche in cosi poco tempo).
Ovviamente pero' rimango ancora con un desiderio sessuale praticamente nullo e mi chiedo se effettivamente il calo della libido possa essera stato dovuto piu' al disturbo in se piuttosto che ai farmaci.
Ora studiando la letteratura scientifica ho visto che molto spesso l'associazione di escitalopram e bupropione e' usate per combattere gli effetti collaterali sessuali dei SSRI. Pensate che sia lecito parlare col mio psichiatra di questa possibilita'?
E' ormai molto tempo che ho un desiderio sessuale molto basso e uno stato psicologico decisamente non ottimale, vorrei quindi cercare di uscire da questa situazione. E' abbastanza un dilemma, l'escitalopram con me funziona
sui miei sintomi del resto vorrei avere anche una vita sessuale normale per la mia eta' (34).
Tanti Saluti
e Grazie

[#6]  
Dr. Roberto Di Rubbo

28% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
EMPOLI (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Gentile Utente,
se capisco bene, sta assumendo solo Bupropione 150 mg e non escitalopram. Se così fosse la mancanza di libido è legata al disturbo e per niente all'effetto collaterale di bupropione. L'associazione con escitalopram non mi risulta che venga fatta per combattere gli effetti collaterali degli ssri, casomai a pazienti in terapia con escitalopram, che da effetti sulla sfera sessuale, si può provare ad associare bupropione per vedere se si ottiene una riduzione di tali effetti.
Cordialità,
Dr. Roberto Di Rubbo

[#7] dopo  
Utente 320XXX

Esatto eé quello che intendevo, il miodubbio e' semplicemente che visto che non ho molti miglioramenti sia dal punto di vista sessuale che dal punto di vista del disturbo, se la terapia che sto seguendo possa dare o meno frutti.
Tanti saluti

[#8]  
Dr. Roberto Di Rubbo

28% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
EMPOLI (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Gentile Utente,
la terapia deve protrarla per un tempo congruo per poter avere gli effetti benefici che può darle, dopo tale tempo (almeno 4-6 settimane) può anche prendere in considerazione un aumento del dosaggio, eventualmente, con il suo psichiatra.
Cordialità
Dr. Roberto Di Rubbo

[#9] dopo  
Utente 320XXX

Comunque mi conferma che il bupropione e' efficace anche per l'ansia?
Grazie

[#10]  
Dr. Roberto Di Rubbo

28% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
EMPOLI (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Gentile Utente,
Non è certo fra gli antidepressivi più ansiolitici. Ma una certa efficacia ce l'ha. Casomai non la riscontrasse il suo terapeuta può aggiungere un famaco di altra categoria non benzodiazepinico che può risolvere il problema.
Cordialità
Dr. Roberto Di Rubbo

[#11] dopo  
Utente 320XXX

Grazie mille la saluto

[#12] dopo  
Utente 320XXX

Salve dottori,
ho fatto l'esperimento in accordo con lo psichiatra di prendere bupropione 150 mg per 2 mesi coadiuvato dal lexotan, sebbene non abbia avuto effetto collaterali ed abbia fatto tornare la mia
vita sessuale e la mia libido soddisfacente, ha avuto un effetto buono per quel che riguarda i sintomi del panico, ne avuti via via sempre meno fino a sparire anche con l'aiuto dele tecniche sviluppate in CBT. In ogni caso non ha funzionato sull'ansia generalizzata ed anticipatoria ed ora mi sento estremamente affaticato mentalmente, molto irritabile e leggermente giu' di corda.
Pensavo al prossimo controllo di chiedere al mio psichiatra di introdurre un SSRI assieme al bupriopione per cercare di risolvere i problemi dell'ansia (in passato ha funzionato perfettamente portandomi ad una remissione completa) e nel frattempo limitare gli effetti sessuali.
Pensa che possa essere una strategia percorribile?

Tanti saluti

[#13]  
Dr. Roberto Di Rubbo

28% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
EMPOLI (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
effettivamente il suo psichiatra potrà valutare in modo accurato qual è la terapia idonea per il suo disturbo e per gli effetti collaterali da lei lamentati. Indicativamente l'uso di SSRI comporta la comparsa, in un certo grado, nonostante il bupropione, di effetti collaterali sulla sfera sessuale.
Cordialità,

Dr. Roberto Di Rubbo

[#14]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"Pensavo al prossimo controllo di chiedere"

Il suo psichiatra deve agire autonomamente, non avrebbe senso che gli desse Lei suggerimenti.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it