Utente 322XXX
Buonasera,
sono un ragazzo di 27 anni.
Tornando dal mare ad Agosto mi è venuto un forte senso di agitazione tanto che ho dovuto fermare l'auto e far guidare qualcun altro.
Tornato a casa mi sono disteso e ho bevuto dell'acqua con zucchero, ero molto agitato e il cuore batteva forte. Dopo qualche ora mi è passato e sono rimasto l'intera giornata molto debole.
Ho così prenotato un ECG che ha poi evidenziato una aritmia extrasistolica ventricolare.
Ho quindi prenotato l'holter che eseguirò il 14 di questo mese.
Qualche giorno fa prima di dormire è tornata agitazione e palpitazioni accompagnate anche da nausea e spasmi muscolari e un leggero mal di testa.
Sono andato quindi al pronto soccorso. Mi hanno fatto 2 ECG ma non hanno rilevato niente di strano (nemmeno l'aritmia), mi hanno dato un leggero calmante.
Mi hanno poi prelevato il sangue e notato una Ipopotassiemia per la quale sto prendendo 2 bustine al giorno di Prolase.
Oggi lo stesso ero un po agitato(meno delle altre 2 volte), un leggero mal di testa (quasi vertigini) e nausea, che mi ha fatto anche rimettere.
Dovrei fare altri esami oltre l'holter? Sta iniziando a diventare fastidioso questo problema, e sono abbastanza preoccupato...
Grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Francesco Vetta
24% attività
4% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2013
Sicuramente le conviene eseguire anche un ecocardiogramma e le indagini volte a valutare la funzione tiroidea, nonché monitorare la funzione renale, oltre che gli elettroliti ematici.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2013
Salve!
Ho effettuato ecocardiogramma, holter e le analisi per la funzione tiroidea.
Tutto nella norma.
La dottoressa mi ha prescritto lexotan per 10 giorni sospettando che fosse ansia (5 gocce dopo la colazione, 5 gocce dopo il pranzo e 15 gocce prima di dormire).
Sono stato abbastanza bene, ho sempre avuto una leggera sensazione di stanchezza e come una senzazione di leggerezza/vertigine ma tutti gli altri sintomi sono passati.
Premetto che faccio una vita molto sedentaria, e non dovrei.
Da ieri sono passati i 10 giorni in cui prendevo il lexotan e la giornata è trascorsa tranquillamente come sempre. A letto però, non sono riuscito quasi ad addormentarmi e mi sentivo un po agitato con una sensazione di caldo e una leggera palpitazione.
Ho dormito poco e ho dormito male.
Può essere tutto causa dell'ansia e del fatto che per 10 giorni sono stato "tranquillo" grazie al lexotan?

Grazie in anticipo per la risposta.
[#3] dopo  
Prof. Francesco Vetta
24% attività
4% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2013
Ė assolutamente verosimile che la sospensione del lexotan abbia favorito la difficoltà ad avere un sonno ristoratore. Se dovesse persistere assuma 5 gtt di lexotan la sera per 4 giorni per poi ridurre a 3 e quindi sospendere
[#4] dopo  
Utente 322XXX

Iscritto dal 2013
Salve!
Il sonno ora è diventato regolare e non prendo più il lexotan da diverse settimane.
Ultimamente sono stato meglio, ogni tanto una lieve stanchezza e ogni tanto (sopratutto prima di dormire) mi agitavo, ma comunque ora sono in grado di gestirlo e riesco a far passare la sensazione in poco tempo.
Tuttavia si è aggiunto un nuovo disturbo fisico.
Da una settimana circa ogni tanto mi vengono dei dolori addominali più specificatamente sotto l'ombelico nella parte destra oppure avvolte nella parte superiore dell'addome.
Sono più che altro fastidiosi, non molto dolorosi.
Ho notato anche di essere dimagrito circa 6 kg dall'inizio dell'estate ad ora.
Attualmente sono alto 1:75 e peso 63,5kg
La notte prima di dormire, sento dei rumori provenire dalla pancia e sento molta aria che il più delle volte riesco ad espellere.
Le feci sono regolari (1 volta al giorno) e perfettamente normali, senza nessun residuo di sangue.
Essendo abbastanza ipocondriaco mi sono informato su internet e, inutile dire, che ci sarebbero mille spiegazioni, dalla più banale alla più grave e quindi non mi sono molto tranquillizzato.
Premetto che ad agosto avevo fatto le analisi generali del sangue che come unico valore fuori posto rivelavano il colestero a 259.
Da agosto, quindi, ho evitato i cibi grassi e iniziato a mangiare un po di verdure (prima non ne mangiavo quasi mai), ho eliminato i caffè e ridotto notevolmente l'alcol.
Potrebbe anche essere dovuto a questo la perdita di peso? Sto mangiando un po meno rispetto a prima di sapere il colosterolo.
Fumo la sigaretta elettronica da giugno di codesto anno.

In attesa di risposta porgo i miei più cordiali saluti
[#5] dopo  
Prof. Francesco Vetta
24% attività
4% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2013
Sicuramente il calo ponderale ed il meteorismo intestinale possono dipendere dall'aumentata quota di fibre nella dieta. Ma è ovvio che si tratta solo di un'ipotesi. E' bene, pertanto, che lei si rivolga al suo Curante per una più accurata valutazione basata sulla visita clinica, per inquadrare in modo appropriato la situazione.

Non si trascuri