Utente 294XXX
Gentili dottori,
io sono anemica da tanti anni ed ho sempre assunto ferro per via orale con scarsi risultati. Lo scorso anno l''ematologa mi ha proposto delle flebo di ferlixit. La prima infusione è andata benissimo, dopo due giorni mi hanno infuso una doppia dose di ferlixt e dopo circa venti minuti ho avuto uno shock anafilattico (gola ingrossata, macchie in faccia, mancanza di respiro e ho vomitato ferro).
Non mi hanno mai veramente spiegato se si è trattata di un''intolleranza al ferro o se mi è stata fatta un''infusione troppo veloce (in effetti dopo soli venti minuti la sacca era quasi finita). In ogni caso mi hanno sconsigliato di fare ancora flebo di ferro.
Ora io sono ancora molto anemica, ho la ferritina a 1,4.
Il mio medico curante mi ha proposto di riprovare ad assumere il ferro via orale. Vorrei sapere, a fronte del mio shock anafilattico, devo considerarmi allergica/intollerante al ferro in ogni sua forma oppure solo assumendolo per via orale non mi provocherà alcun problema?

Vi ringrazio per la cortese attenzione e disponibilità.
Un saluto cordiale

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
ovviamente non posso entrare nel merito di quanto accaduto non avendo assistito alla reazione (o comunque non avendo raccolto personalmente l'anamnesi allergologica).
Per il medesimo motivo e in assenza di una valutazione diretta non è possibile valutare il rischio di una nuova infusione. Non escluderei infatti a priori la possibilità di ulteriori trattamenti analoghi (ovviamente dopo attenta valutazione allergologica e in condizioni di sicurezza); non sussiste controindicazione per i preparati ad esclusiva assunzione orale.

Ritengo doveroso farLe notare che l'anemia non è definita dai valori di ferritina e che la terapia marziale è indicata per condizioni di anemia ferropriva, non per la semplice ipoferritinemia (che, se non si associano anemia e malassorbimento, si deve cercare di correggere con l'alimentazione).

Saluti,