Utente 314XXX
Gentili Dottori buonasera. Ho un grande dubbio accaduto tempo fà in merito ad una anestesia (lidocaina) per l'estrazione di un dente che mi procurò quasi uno schock anafilattico da bruciori al collo alla testa a difficoltà respiratorie ecc..presa fortunatamente in tempo mi lasciò una grande paura. Accaduto questo ho eseguito subito tutti i test prick, intradermo specie il challenghe test (mepivacaina)praticato su spalla con risultati negativi.Ora pultroppo dovrei di nuovo estrarre un dente mi chiedo se ci sono delle differenze quando l'anestesia sarà praticata in bocca ( e quindi rischiare di nuovo) oppure posso stare tranquillo come dimostrano i test fatti sulla spalla.In sostanza ci sono delle reazioni diverse tra un challeng test praticato in spalla rispetto a quello praticato in bocca?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
i test che ha effettuato con l'allergologo hanno escluso che Lei si sia sensibilizzata, fino a quel momento, alla mepivacaina.
In seguito ad un challenge tollerato, il farmaco utilizzato per il challenge stesso diventa il Suo riferimento in caso di necessità. Il test NON è in grado di prevedere eventuali future reazioni avverse; ha però il gran pregio di riportarLa in una condizione "normale" di rischio, cioè La "riduce" allo stesso rischio presentato dalla popolazione generale.
Pertanto, non potendo cancellare il passato, deve solo ricordarsi di pretendere l'uso della mepivacaina per l'anestesia locale e cercare di acquisire la stessa relativa tranquillità di ogni altra persona che deve togliersi un dente.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 314XXX

Iscritto dal 2013
Grazie per aver risposto Dottore.Chiedevo (anche se senza esito di risposta) sostanzialmente se esiste una mini differenza quando l'anestesia rispetto alla spalla sarà praticata nel cavo orale .
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Il fatto di tollerare il farmaco iniettato sottocute nel braccio/spalla dà le stesse specifiche informazioni riguardanti la sensibilizzazione a tale farmaco rispetto ad un ipotetico challenge in bocca.
Se utilizza la mepivacaina non deve temere un evento allergico più di qualsiasi altra persona.
Saluti,
[#4] dopo  
Utente 314XXX

Iscritto dal 2013
Grazie ancora molto gentile e buona serata.