Utente 210XXX
Cari dottori sono ormai due anni che ho problemi di disfunzioni erettile. Tutto accadeva 2 anni e mezzo fa quando avevo piccolo bruciore alla minzione e trovavo liquido biancastro, tipo sperma, dopo la minzione. Da qui ho iniziato ad avere difficile mantenimento dell erezione, fino a quando l'ho persa del tutto, anke praticando l'autoerotismo.
Il dott mi prescrisse levoxacin x 7 giorni, 1 al dì, che così scomparve la fuoriuscita del liquido bianco ma rimase sensibilmente il bruciore durante la minzione. Finiti i sette giorni di antibiotico l erezione rimase problematica. Così dopo due anni avendo sempre il problema dell erezione mi decido di andare da un altro urologo che questo prima mi prescrive topster x 15 giorni, ma nessun cambiamento sul fattore erezione. Poi mi fa prendere Propost x 20 giorni e anke qui nulla.
Mi prescrive 10 giorni di bactrim 1 la mattina 1 la sera, e qui, dopo 5 giorni riesco a mantenere l erezione per avere un discreto rapporto. Poi interrompo e di nuovo come prima, difficoltà ad avere e mantenere l erezione. Dopo 10 giorni prendo levoxacin 500 x 15 giorni , 1 mattina ed una sera,e di nuovo riesco ad avere rapporti sessuali.
Ma appena smetto ritorna tutto come prima.
Cosi di nuovo 20 giorni bactrim forte, 1 mattina 1 sera,poi dopo una settimana riprendo levoxacin 500 1 al mattino una la sera, voltaren supposte 1 mattina 1 sera, pluvio una la mattina, per 15 giorni. Ora ho smesso e di nuovo ho difficoltà dell erezione.
Mi potreste dire come mai succede questo? Forse questi antibiotici, come la
Amoxicillina-acido clavulanico puo causare come effetto collaterale l erezione?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
normalmente gli antibiotici non influenzano il meccanismo dell'erezione, motivo per il quale è necessario comprendere meglio la causa che la determina. Considerando che il problema si è manifestato in maniera altalenante e non progressivo sta a significare che può esserci una forte influenza psicologica. Ne riparli con esperto andrologo.
[#2] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2011
Caro dottore nn è altanelante perche pgni volta che assumo i suddetti antibiotici ho una sufficienza erezione. C è da dire che prima di questi avevo assunto altri farmaci come antinfiammatori che a dir dell Urologo mi avrebbero aiutato. Ero convintissimo di cio ke mi disse il dottore, ma invece nessun miglioramento.
Mentre quando assunsi la prima volta bactrim, senza la minima convinzione ke potessi avere delle risposte positive e devo dire che nn pensai ke fosse dovuto all antibiotico, pensavo ke fosse dovuto a qualke altro fattore. Nn lo assunsi piu e così nn riuscii piu a mantere l erezione.
Solo dopo un mese dopo quando il medico mi prescrisse levoxacin mi resi conto ke era dovuto all antibiotico.
C è da dire che sono due anni pertanto penso che sia un fattore cronico.

Facendo delle ricerke sul web riscontro ke nn sono l unico ke ha riscontrato cio usando questi antibiotici, anzi alcuni menzionano anke Bassado, il quale io non l ho assunto da quando ho questa problematica.
Dottore nn potrebbe essere causa la prostatite?
[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Anche se ha notato questa associazione la cosa certa anche se ha notato dei benefici è che non può prendere antibiotici a vita per curare il suo problema di disfunzione erettile.
Per quel cche riguarda la prostatite normalmente l'assunzione di antibiotici serve a debellare il germe che ne ha causato l'infezione, ma una volta che questa è stata debellata (con tutti gli antibiotici assunti esiste una elevata probabilità che questo sia accaduto) l'antibiotico stesso dovrebbe avere un ruolo molto marginale nella cura di una ipotetica prostatite cronicizzata ecco perchè quello che lei descrive è un evento davvero insolito.
[#4] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2011
Cari dottori sono qui ad aggiornare la mia situazione.
Dopo aver preso qui suddetti antibiotici i quali riuscivo ad avere un rapporto sessuale con la mia ragazza, ho preso un altro antibiotico Zoloder perchè avevamo preso io e lei la candida. La sua dottoressa ginecologa le aveva prescritto questo farmaco da prendere tre pillole divise per tre periodi diversi: dopo la prima dovevano passare tre giorni e l altra dopo una settimana e la dovevo prendere anch'io.
cosi prendendo questa pillola mi sono accorto che l eccitamento in me aumentava e le erezioni erano piu solide e l effetto durava per quasi tre/quattro giorni. Dopo aver smesso di prendere questo antibiotico ho preso Minocil perchè avevo subito un piccolo intervento al molare. Anche questo ha fatto effetto, ma non come lo Zoloder.
Gentili dottore voi dite che gli antibiotici non hanno questo effetto collaterale, quindi io vi chiedo quale potrebbe essere la causa che si verifichi tutto questo?
ho notato che ho un lieve dolore sotto al perineo sinistro...e quando il mio pene ha una debole erezione sento sempre nel lato sinistro un piccolo fastidio. non potrebbe essere il nervo pudendo? e se sì magari gli antibiotici, in un modo o nell altro, intaccano questo nervo il quale mi fa passare piu sangue al pene?
vi prego datemi una spiegazione valida e/o scientifica.
Che Dio vi benedica.
[#5] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
credo che sia controproducente fantasticare ipotesi sull'effetto che gli antibiotici di vario tipo hanno su di lei dal punto di vista sessuale. Può essere pure che questo le crei beneficio magari anche con l'influenza psicologica ma rimane un caso isolato il suo, e quindi non generalizzazbile, in quanto ad ora, in letteratura medica e farmacologica, nei blog medici ecc. tale effetto non è mai stato riportato.
[#6] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2011
Dottore scusatemi ma potrebbe essere magari qualche infezione che con gli antibiotici magari viene attaccata e in quei giorni io riesco ad avere delle erezioni?
Se è un fattore psicologico l antibiotico che mi causa l erezione come mai invece nn mi succede con altri farmaci? L urologo dapprima mi aveva prescritto Topster per 15 giorni e mi aveva assicurato che tutto sarebbe tornato come prima nella mia sfera sessuale ed io ne ero convinto, ma con tutta questa convinzione non ebbi nessun effetto positivo nell atto sessuale. ricordo anche che quando la prima volta mi fece la visita rettale e mi premette la prostata causandomi un po di dolore e facendomi uscire del liquido bianco dal pene il giorno dopo ebbi un'erezione spontanea. Questa cosa mi successe di nuovo quando tasto di nuovo la prostata nella visita successiva. C'è qualche legame tra tutto ciò?
Io vorrei solo capire se magari c'è qualche spiraglio di cura visto ke rispondo cosi all antibiotico.
Grazie e vi chiedo umilmente scusa. Non avrei mai voluto disturbarvi.
[#7] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2011
Ah un'altra cosa inerente all antibiotico quando lo assumo è che dopo due giorni la circonferenza del pene anche flaccido è piu grossa. Per esempio ora che non sto assumendo nessun antibiotico il pene è molto piu piccolo, questo significa, penso, che è un fattore di circolazione del sangue?
[#8] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Difficile pensarlo in quanto in genere gli antibiotici non hanno effetto vasodilatatore.
[#9] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2011
Dottore per la sua dottrina allora se nn fosse per il fattore psicologico, cosa potrebbe essere?
L antibiotico interferisce magari con il sistema nervoso?
[#10] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
Mi associo alle riflessioni del collega.
La sua negazione di una causa psicogena fa propendere proprio per la sua presenza .
La visita andrologica stabilirà la causa del suo d.e ed una diagnosi differenziale quantizzerà la presenza di causa/ effetto dell' ansia sulla sua risposta sessuale.

Le ellgo un canale salute sul d.e ed altre letture

http://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1929/Mancanza-d-erezione-il-sintomo-va-sempre-tolto-o-talvolta-mantenuto
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1593/Mancanza-d-erezione-10-cose-da-sapere

http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1225-deficit-erettile-problema-coppia-ruolo-partner.html
[#11] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2011
Gentile dottoressa facendo una ricerca in rete sia in lingua italiana che inglese scopro che quello che dico non capita solo a me, ma anche ad altre persone e guardacaso con gli antibiotici e nn con altri farmaci. Nn credo che sia un puro caso. Magari è un effetto collaterale che capita solo a poche persone.
[#12] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Alcuni antibiotici possono interferire con le fibre nervose ma in senso negativo. Per quel che lei afferma purtroppo non c'è nulla di scientificamente provato.
[#13] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2011
Mi propongo a qualche ricercatore di questo campo per studiare su di me questo effetto dell antibiotico. Forse si potrebbe arrivare a qualche nuova scoperta.
Dottore su questo sito ci sono altri utenti che hanno avuto lo stesso effetto dell erezione a causa antibiotico.
[#14] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Che io sappia no.