Utente 119XXX
Mio padre ha 85 anni, una leucemia linfatica cronica con piastrinopenia e gli altri valori nella norma, un aneurisma all'aorta ascendente di 5 cm., ischemie lievi alla testa, azotemia a 200 e glicemia a 250. Ha un attacco di diverticolite e dall'ecografia si è vista presenza di aria nel basso addome. Ha dolori fortissimi e una protuberanza nella zona dell'ileo dx molto dolorante. Il medico sospetta una o più perforazioni di diverticoli. Si può intervenire chirurgicamente, anche con la laparoscopia, considerate le sue condizioni di base? Che percentuale di riuscita ci sarebbe?
E' urgente una risposta. Grazie per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Se ha una perforazione con aria libera il drenaggio,anche laparoscopico,e' la soluzione abituale.In casi particolari si puo'optare per un trattamento conservativo ma ogni caso va valutato singolarmente.Auguri!
[#2] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la tempestiva risposta. Ieri mio padre ha eseguito una TAC senza mezzo di contrasto e trascrivo l'esito:
"Esame eseguito nelle sole condizioni di base. Pneumomediastino.
Presenza di aria libera in peritoneo; qualche piccola bolla aerea si apprezza in sede retroperitoneale. A dx si osserva enfisema sottocutaneo toraco-addominale; piccole bolle aeree in sede inguinale sx.
Aree disventilatorie in entrambi le basi polmonari. Non versamento pleuro-pericardico. Ateromasia calcifica dell'aorta toracica. Dilatazione aneurismatica dell'aorta ascendente che presenta DT pari a 5 cm circa.
Fegato di regolare volumetria. Vie biliari non dilatate.
Per quanto valutabile nelle sole condizioni di base, non si osservano grossolani reperti focali a carico di pancreas, milza, surreni e reni.
Non stasi delle vie urinarie. Vescica vuota (presenza di catetere endovescicale)
Ateromasia calcifica aorto-iliaca.
Diverticolosi del colon-sigma.
Non linfonodi mediastanici ed aorto-iliaci significativamente aumentati di volume."
La Tac encefalo cita:
"Sistema ventricolare sovra e sottotentoriale e spazi liquorali periencefalici medicamente ampliati, su base atrofica.
Presenza di alcune areole ipodense, riferibili ad esiti lacunari ipossico-ischemici in sede lenticolo-antimurale bilaterale ed in entrambe le corone radiate. Strutture della linea mediana in asse."
Tenendo presente le patologie di base di mio padre di cui le parlavo precedentemente, è ancora possibile tentare un intervento o un drenaggio laparoscopico?
Grazie ancora per la sua cortese attenzione.
[#3] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Credo di si, la valutazione ovviamente va fatta dall' anestesista e dal chirurgo insieme
[#4] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
Gentilissimo Dottore, Le riporto anche i valori ematici di mio padre, con l'asterisco, così il quadro è più chiaro:
PTT (TEMPO TROMBOPL. PARZ.) 23,40
EMOGLOBINA GLICATA 8,40
COLESTEROLO HDL 15
COLESTEROLO LDL 59
TRIGLICERIDI 181
BILIRUBINA TOTALE 2,01
BILIRUBINA FRAZ. DIRETTA 0,99
BILIRUBINA FRAZ. INDIRETTA 1,02
URICEMIA 7,60
CREATININEMIA 2,17
AZOTEMIA 285
PROTEINA C REATTIVA 241,79
COLESTEROLO TOTALE 89
SIDEREMIA 32
SODIEMIA 115
POTASSIEMIA 5,40
CLOREMIA 86
CALCEMIA 7,30
GLICEMIA 601
ELETTROFORESI PROTEICA 4,30 ( Proteine totali)
EMOCROMO:
EUSINOFILI 0,00
BASOFILI 0,00
GLOBULI ROSSI 3,16
EMOGLOBINA 10,10
EMATOCRITO 29,40
MCH 32,10
PIASTRINE 72
Pct 0,07
PDW 18,70
COLINESTERASI (PCHE) 1.452
Tutti gli altri valori non citati sono nella norma.
I medici ci dicono, inoltre, che mio padre presenta uno stato "soporifero": che significa?
Che ne pensa? Grazie per l'attenzione che cortesemente ci dedica.
[#5] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
601 di glicemia va immediatamente corretto.
per il resto vale quanto scritto in precedenza.
Prego
[#6] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
Gentilissimo Dottore, l'anestesista consultato ha detto che mio padre è inoperabile per le sue patologie di base. Crede che l'anestesia potrebbe portare ad un blocco renale, in quanto rileva già dagli esami che le ho inviato un'insufficienza renale, l'aorta non resisterebbe....etc. Si rifiuta, pertanto, di operare mio padre.
Mi ha detto che operare mio padre in queste condizioni è come prendere una pistola e sparargli.
Ma almeno non potrebbero tentare un drenaggio laparoscopico? E' lo stesso pericoloso?
La prego, mi aiuti. Il quadro sopra descritto le sembra così catastrofico e non si può proprio fare nulla?
[#7] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Ho capito.
Il parere di chi l'ha visitato personalmente credo sia la cosa piu' attendibile, decisione presa immagino insieme al chirurgo.