Utente 156XXX
Gentili dottori,sono una donna di 37 anni.Da circa 30 anni, quindi da quando ero piccola, soffro di stomaco e intestino.Da piccola ero sottopeso,inappetente,avevo molto spesso nausea, episodi di diarrea e vomito e dolori di pancia.A 13 anni operata di appendicite perchè lamentavo continuamente dolori di pancia, in particolare fossa iliaca destra (dolore che persiste con pancia gonfia e dura).A 18 anni il Boom con sensazioni di svenimenti, vertigini, nausea forte, inappetenza,stomaco chiuso,sensazione di vuoto allo stomaco con crampi.Da lì prima gastroscopia:gastrite acuta.Negli anni ho cambiato molte cure senza risultati apprezzabili.Seconda gastroscopia dopo molti anni:mucosa iperemica ed edematosa.Cure continue senza risultati.Da lì altre 5 gastroscopie (l'ultima due mesi fa) tutte con lo stesso referto: piccola ernia iatale da scivolamento e gastrite, HP assente.Per farla breve,pare che l'ernia iatale sia"subentrata"molti anni dopo eppure ho più o meno gli stessi sintomi con l'aggiunta di dolori al petto diffusi che si irradiano all'ascella sinistra e pettorale sinistro.I miei sintomi attuali sono:lingua bianca patinata e impastata,come se fosse anestetizzata o ustionata,bocca con sapore acido,a volte dolciastro,comunque sapore cattivo e secchissima,sensazione di vuoto e languore allo stomaco che NON è fame,dolore allo stomaco, a volte retrosternale, continui movimenti e rumori dei visceri proprio come se fosse fame,eruttazioni ripetute,a volte nausea.Questi sintomi mi svegliano anche di notte.Ora io chiedo cortesemente se questa "tortura"che mi porto dietro da anni possa essere risolta con un intervento di Nissen in laparoscopia,se è indicato nel mio caso,oppure se addirittura potrebbe peggiorare la situazione.Ho fatto anche la ph impedenziometria 24 ore che è risultata negativa per reflusso.Non so quanto questi esami siano attendibili a questo punto.Gradirei un parere in merito perchè non riesco a trovare una soluzione o per lo meno neanche a stare meglio coi farmaci e vorrei tentare questa strada,anche se con riserve e paura.
Grazie. Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Se la pH impedenzometria é risultata negativa bisogna cercare altre cause del suo disturbo. Ha escluso eventuali intolleranze ( glutine, lattosio) ?


Cordialmente

[#2] dopo  
Utente 156XXX

Iscritto dal 2003
Buongiorno dottore.Sì ho già escluso intolleranze al glutine e al lattosio.
Quindi secondo lei con una ph impedenziometria negativa per reflusso patologico si può escludere una MRGE?I miei sintomi dunque non possono essere attribuiti all'ernia iatale?In questo senso un intervento dunque potrebbe non risolvermi nulla?
Grazie mille.
[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Con una ph impedenzometria negativa l'intervento chirurgico é controindicato. Chiederei però una rivalutazione gastroeeterologica.

Saluti


[#4] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Prima dell'indagine ha sospeso per almeno un settimana la terapia con inibitori di pompa,procinetici etc..........?
Ha praticato mai il dosaggio della gastrica?
Saluti
[#5] dopo  
Utente 156XXX

Iscritto dal 2003
Gentile dottore, sì, avevo sospeso gli inibitori di pompa, procinetici e antiacidi un paio di settimane prime all'incirca. Non avevo sospeso però il Sereupin ora che ricordo bene. Può aver questo influenzato in qualche modo l'esame?
Il dosaggio della gastrina l'ho fatto un paio di volte ed era tutto a posto.
Grazie,
Saluti.
[#6] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Non conosco il farmaco e pertanto non posso aiutarla
Saluti.