Utente 326XXX
Egregi dottori,nel fare la terza revisione della mia patente presso commissione medica in quanto monocolo,il mio medico di famiglia nel redigere il certificato amnestetico agli inizi di ottobre 2013 mi ha riscontrato ipertensione arteriosa 90/170 e mi ha dato una terapia con lobivon 5mg al di,e dopo due settimane con la terapia ulteriore controllo è risultata 140/90.Presso la commissione mi hanno chiesto di allegare un certificato di un cardiologo che accerti la mia idoneità di guida,per cui farò visita cardiologica la settimana prossima con relativi analisi del sangue che farò in questi giorni.
Le chiedo,se risulteranno dalla visita cardiologica valori pressori ancora alti,eventuali problemi dall ECG, e/o alcuni valori del sangue non a norma(tipo glicemia,colesterolo,trigliceridi od altro),il cardiologo,secondo la prassi,potrebbe negarmi il certificato di idoneità alla guida?
In attesa di risposte,Cordiali Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
No, negarle la patente di guida certamente no, anche perche' altrimenti, visto il numero degli ipertesi in Italia, le autostrade sarebbero semideserte.
Puo' darsi che le facciano fare piu' frequentemente la visita Collegiale, ma questo dipende molto dalla Commissione che la valutera'
Cordialita'
cecchini
[#2] dopo  
Utente 326XXX

Iscritto dal 2013
Grazie Dottore per la sua risposta,gentilissimo!
Ripongo Cordiali Saluti