Utente 328XXX
Buongiorno
chiedo un consulto (suggerimento) a Voi perchè non so cosa fare ne pensare. In breve ad aprile 2012 durante le solite pulizie orali mi sono trovato una pallina sul lato dx della lingua. Il medico mi ha detto di andare da un otorino che mi ha detto che era un papilloma ma che vista la grandezza era troppo "sbatti" una operazione (parole sue). Purtroppo poi ho avuto dolori e disturbi vari alla lingua e mi ha rivisto un otorino dell'ospedale che aveva intenzione di operarmi. Purtroppo però l'ospedale ha chiuso il reparto per crisi e inoltre mi hanno perso la mia documentazione. A settembre di quest'anno ho avuto problemi al trigemino e ho pensato fosse relativo alla pallina sulla lingua. Ho fatto lastre panoramiche, e tac.
Ho rivisto un altro medico maxillo facciale che mi ha detto che la lingua in se non ha niente e che la pallina pur piccola che sia è un "tumore" papilloma/fibroma. Tutti dicono che va monitorato fin che non dovesse cambiare aspetto o colore o forma... Io non so che fare. E' normale che solo un medico lo voleva togliere e gli altri no? Ditemi voi grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alberto Diaspro
28% attività
4% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Buongiorno
il problema da Lei riferito per come é riferito non é effettivamente passibile di sola indicazione chirurgica: anche un atteggiamento di vigile attesa é accettabile al fine di valutarne una eventuale remissione spontanea.
Utile una valutazione del suo dentista per capire, nel caso sia un fibroma (una specie di callo della mucosa) se vi siano delle situazioni che lo mantengono presente (contatto con denti protesizzati o altro).
Se é un papilloma meno probabile che scompaia.
L'intervento deve essere valutato dall'operatore che lo eseguirà, e se avrà la sua fiducia, deciderete insieme come procedere.
L'importante è che lei si riferisca ad un professionista che possa tenerla sotto controllo periodicamente richiedendo eventuali esami strumentali adeguati quanto sia opportuno farlo.
Cordiali saluti