Utente 331XXX
buongiorno, da circa un anno avverto alla gamba sinistra dal ginocchio in giu' una leggera sensazione di intorpidimento sia che sto seduto sia che cammino, è una sensazione fastidiosa come se il sangue non arrivasse bene o qualcosa ostruisca la circolazione.da notare che quasi in concomitanza ho manifestato una difficolta nel raggiungere e mantenere l'erezione del pene,e assenza di erezioni spontanee prima molto frequenti.Soffro di cefalea con aurea da quando sono bambino, e ho assunto per circa due anni fluxarten,in piu' da un recente esame ecografico mi è stata riscontrata una leggera insufficienza aortica probabilmente congenita dalla nascita.cosa devo fare? ci puo' essere un legame tra questi sintomi? non vi nascondo che brancolo nel buio, per ora mi sono recato solo da un andrologo che non ha risolto praticamente nulla se non prescrivendo cialis dicendomi che stress e ansia hanno giocato a mio sfavore, non sono un medico, ma credo ci sia una causa a tutto, non mi ritengo un soggetto stressato a tal punto da avere problemi di erezione.datem un vostro parere. grazie
[#1] dopo  
Dr. Emanuele Ferrero
32% attività
0% attualità
8% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2013
Gentile utente,

con i limiti di un consulto a distanza per il problema all'arto inferiore sinistro le suggerisco di eseguire una vista dal medico di base.
Se il suo medico riscontra la presenza dei polsi arteriosi distali (pedidio e tibiale posteriore) a livello degli arti inferiori ritengo che non abbia problemi circolatori inerenti alla deambulazione. Pertanto potrebbe essere invece un problema di natura ortopedica (problemi alla schiena, ginocchio, pianta del piede, ...) quindi se la circolazione è funzionale potrebbe esser visitato da un ortopedico. Se invece il suo medico avesse dubbi in merito alla circolazione arteriosa delle gambe le suggerisco di fare una visita di chirurgia vascolare presso il centro di riferimento a lei più vicino.
Per quanto concerne in problema congenito dell'aorta dovrebbe essere più preciso, se si riferisce ad un restringimento dell' anulus aortico o una insufficienza della valvola aortica dovrebbe sentire un cardiologo, lui saprà darle tutte le indicazioni più corrette.
Per il problema inerente alla disfunzione erettile dovrebbe consultare l'andrologo, se non ha ottenuto benefici chiede magari di eseguire ulteriori indagini in merito per escludere/individuare le cause del suo problema. Non so se sia diabetico, ma purtroppo il diabete può determinare disfunzioni erettili.