Utente 333XXX
Salve,
soffro di eiaculazione precoce, sicuramente anche perché sono un tipo ansioso, e mi chiedevo come rimediare.
Ed anche cosa ne pensate del seguente farmaco che sembra avere recentemente larga diffusione : http://www.climaxcontrol.it/
Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,l'eiaculazione precoce è il disagio sessuale più frequente,a qualsiasi età ed indipendentemente dall'essere ansioso o meno.Il web é pieno di proposte che si fondano sulla dabbenaggine e l'ingenuità dell'utente.La medicina ufficiale,che prevede una diagnosi,una prognosi ed una terapia ufficiale,risolve molti casi in maniera definitiva,specialmente quando il Paziente é giovane…Consulti il suo medico di famiglia ed individui con lui lo specialista a lei più vicino.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Stefano Angelini
20% attività
0% attualità
0% socialità
MESTRE (VE)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Buongiorno,
uno dei sintomi dell'ansia generalizzata è l'eiaculazione precoce. A fianco ad una diagnosi di tipo medico è fondamentale quindi prevedere un consulto psicologico che possa chiarirle le cause dell'ansia e affrontarle.

cordialmente
[#3] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
Mi associo ai colleghi nella risposta .
L' eiaculazione precoce, è una disfunzione sessuale della fase dell'orgasmo e va diagnosticata dall'andrologo, a seguito di visita specialistica, poi la terapia si stabilisce di conseguenza, ma certamente no online....

Vi sono svariati tipi di e.p., anteportas, intrapostas( fuori o dentro l'ambiente vaginale), primaria, secondaria, assoluta, situazionale.
Sarebbe opportuno conoscere lo IELT( tempo di latenza eiaculatoria intravaginale) e le emozioni associate alla sfera della sessualità e della sua dimensione di coppia.
L'approccio terapeutico, potrebbe essere:
counseling psico-sessuologico,
psicoterapia,
terapia di coppia ad orientamento sessuologico,
trattamento integrato( farmacoterapia e terapia mansionale),
farmaco on de mand( cioè al bisogno).
Il farmaco, non è curativo, nè risolutivo, ma un validissimo supporto alla terapia psico-sessuologica.
Una “diagnosi non completa” ed una terapia che non affronti le cause nella loro globalità, possono costituire , un fattore di mantenimento del disturbo nel tempo, anziché la risoluzione della disfunzione.

Le allego delle letture ed un canale sull' e,p., oltre il link di un mio libro sulla cura dell' e.p

http://www.medicitalia.it/libri/9-eiaculazione_precoce_riflessioni_e_strategie_per_risolvere_il_problema.html




http://www.medicitalia.it/salute/eiaculazione-precoce

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/3854/Si-puo-prevenire-l-eiaculazione-precoce-Quell-incontrollabile-fretta-del-piacere
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1358/Eiaculazione-precoce
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1190/Eaiculazione-precoce
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/963/Eiaculazione-precoce-
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/3220/Eiaculazione-precoce