Utente 292XXX
Buona sera gentili Dottori,
mi rivolgo a voi per un aiuto .. ho subito un intervento un anno fa di colectomia totale per desmosi, dolicolon e megacolon. Sto notando con dispiacere che nonostante l'intervento e il tempo trascorso per far si che il corpo si abituasse alla nuova anatomia, io ho bisogno di assumere quotidianamente 4 bustine di movicol e 4/5 confetti di senna altrimenti non si muove nulla! ho eseguito di nuovo la defecografia nella quale hanno riscontrato una difficoltà nell'evacuare e un rettocelle di 2 cm.
Insomma possibile che ho dolori forti all'intestino? che mi debba aiutare oltre che con tutti questi accorgimenti ma anche manualmente??
Sentendo i miei dottori sembra che devo continuare così ... ma davvero secondo voi?
mangio tutti i giorni frutta e verdura, assumo integratori di fibra.. sto eliminando pasta e pane di farina bianca. Non so più come aiutarmi.. ma spero sempre di star bene.. Voi mi potete dare un consulto? un consiglio? con la speranza di ricevere una risposta, vi ringrazio per l'attenzione. Buona serata.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Quali esami ha effettuato prima dell'intervento che hanno indicato la colectomia ?

Cordialmente

[#2] dopo  
Utente 292XXX

Iscritto dal 2013
Gli esami effettuati prima dell'intervento sono:
- market
- manometria
- defecografia
- tac addominale
- colonscopia

Grazie dottore.

[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
É difficile valutare senza visionare il risultato degli esami. Da quanto riferisce ha i sintomi di una defecazione ostruita ma questo sarebbe risultato prima dell'intervento.


Saluti
[#4] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Che tipo di ricostruzione della continuità intestinale, e' stata eseguita dopo la colectomia ?
Cioè una ileorettoanastomosi .o ileoanostomia e con quale tipologia di poutch?
Saluti
[#5] dopo  
Utente 292XXX

Iscritto dal 2013
Dott. Felice Costantino,
le espongo i risultati degli esami effettuati prima:
-studio intestinale con markers valore superiore al valore soglia per stipsi e conferma la diagnosi clinica di transito ostacolato.
-defecografia a riposo l'angolo ano-rettale presenta valori ai limiti superiori alla normalità. (123°) durante la fase di ritenzione si assiste ad una modesta riduzione d'amipiezza di tale angolo (ARA=109°).
Durante la fase di pozamento l'ARA giunge valori di poco superiori alla fase di riposo con associato iniziale rettocele anteriore (13mm) durante l'inifficace defecazione.
-colonscopia virtuale quadro dolico-colon marcato, maggiormente evidente a livello del sigma.
-Manometria ano-rettale ipertono anale a riposo, contrazione volontaria ridotta, scarso rilasciamento sfinteriale in ponzamento.
- colonscopia con manometria del colon 24ore assenza HAPCs, rara attività LAPCs.

Dott. Lucio Pennetti
colectomia laparoscopica con anastomosi ileo-sigma durante il post-operatorio ho avuto un complicato ritardo di canalizzazione ed episodi di vomito. GRAZIE DOTTORI!!
[#6] dopo  
Utente 292XXX

Iscritto dal 2013
DEFECOGRAFIA DOPO UN ANNO DALL'INTERVENTO:
si osserva evacuazione spontanea ma difficoltosa.
si osserva la comparsa di rettocele anteriore di 2 cm con inizio dell'estroflessione a circa 3,5 cm dalla rima anale.
si associa tendenza alla intussuscezione retto ampollare con alcune pliche di prolasso mucoso in sede posteriore.

Quindi da quello che posso capire io da paziente il problema si vede anche da quest'ultimo esame. Non si può fare nulla per risolvere definitivamente questo forte disagio?

Vi ringrazio anticipatamente per avermi risposto, rimango in attesa di vostri pareri.

Grazie Dottori.
[#7] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
La giovane età impone la risoluzione del problema con opzione incruenta come ginnastica o stimolazione perineale oppure intervento chirurgico.
Credo che il dott.Cosentino abbia ragione nell'ipotizzare una sindrome da ostruita defecazione.
La conferma spetta al chirurgo che l'ha operata o comunque ad un esperto colonproctologo.
Saluti
[#8] dopo  
Utente 292XXX

Iscritto dal 2013
Buona sera Dottore,
secondo Lei dall'ultima coloscopia che ho effettuato risulta la defecazione ostruita? che tipo di intervento chirurgico bisognerebbe effettuare?
Il mio chirurgo sconsiglia la rimozione del rettocele perchè dimensioni piccole e teme un risultalto opposto di defecazione eccessiva e incontinenza, ma suggerisce l'assunzione di Movicol, senna e supposte di glicerina e se non basta fare clisteri.
Ma posso continuare a vita così?
Già per arrivare a fare la colectomia totale ho passato ben 17 anni con 24 compresse di dulcolax ogni 2 gg e tutti gli effetti collaterali.. ma secondo i gastroenterologici che mi visitavano era tutto a posto.. verdura frutta e acqua e sarebbe passato tutto. Non vorrei a lungo andare a ritornare all'assunzione costante del dulcolax.
Mi chiedo se esiste una soluzione reale a questo problema.

Saluti Dottore.
[#9] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Senta un secondo parere presso un centro di riferimento di colonproctologia.
Saluti