Utente 337XXX
Buongiorno,
ho scoperto nel luglio 2010 di essere affetta da morbo di Basedow, curato per tre anni e, al momento, sembro essere guarita. Ho avuto tachicardia solo nei primissimi mesi (quando non sapevo di soffrire di tiroide) e per un paio di mesi, nel 2012, in corrispondenza dell'utilizzo di Nuvaring. Con l'utilizzo di betabloccanti è scomparsa.
E' da qualche mese però che quando bevo alcoolici la tachicardia si ripresenta. So che alcool, caffeina ecc. possono avere questo effetto, ma mi "suona strano" perché non mi è mai successo prima!
Potrebbe essere ancora legato all'ipertirodismo? o semplicemente con l'età questo genere di disturbi (chiamiamoli) digestivi possono accentuarsi?
Si può fare qualcosa? perché è fastidioso e mi fa preoccupare....
Grazie!
Valentina

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Si, può evitare di bere alcoolici. Per la tiroide se gli ormoni sono normali non è responsabile della tachicardia della quale parla.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 337XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la pronta risposta. Un'ultima domanda: questa tachicardia, quindi, è normale, nonostante non si sia mai manifestata prima in concomitanza dell'assunzione di alcoolici?
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Ogni forma di accelerazione del battito che sia motivata o giustificabile è fisiologica e anche se in passato non si è manifestata in concomitanza dell'assunzione di alcool non significa che non possa essere così oggi.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 337XXX

Iscritto dal 2014
Benissimo, grazie, mi importava appunto sapere se dovevo preoccuparmi oppure no.
Buona Giornata!