Utente 249XXX
Gentili dottori,
cerco di riassumere più brevemente possibile.
Ho sempre fatto abuso di pornografia online masturbandomi anche per 1 ora per 2-3 volte a settimana, oltre ai rapporti con la partner.
5 anni fa, dopo un weekend in moto inizia la prostatite. Vari medici, varie cure ma la situazione non migliora.
2-3 anni fa inizia l'eiaculazione ritardata. Nei rapporti con partner ho difficoltà ad eiaculare. Nella masturbazione ho necessità di forte stimolazione soprattutto localizzata sul glande.
Ricordo circa 2 anni fa anche un periodo di mesi di fastidioso priapismo notturno.

Oggi, per la prima volta, con una nuova partner il primo deficit erettivo....tragedia! So che non dovrei farne un dramma ma non è facile...
Tralasciando l'ansia da prestazione che poteva benissimo esserci io ho notato che anche durante la masturbazione l'erezione è calata.

Devo dire che il tutto aumenta in rapporto col bruciore della prostata che a sua volta è molto influenzata dall'alimentazione.

E' tutto riferibile alla prostata?
Ho letto gli articoli sulla pornografia e mi sono proposto di smettere.

Posso fare altro oltre ad andare dall'urologo/andrologo?

Accetto qualsiasi consiglio pratico, letture che vogliate consigliarmi o altro.

Sto iniziando una vita con una nuova partner e vorrei fare tutto il possibile per migliorare al più presto.

Vi ringrazio moltissimo!

PS: eco transrettale fatta a ott2013: prostata regolare volume (13cm3) a struttura disomogenea adenomiomatosa della ghiandola centrale con lieve prevalenza del lobo medio (DL 20mm) che impronta il pavimento vescicale. No lesioni nodulari, capsula regolare. Discreta iperplasia delle vescicole seminali

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
oltre ad andare a collega per diagnosi di rito, l' utilizzo frequente di pornografia è un grosso sintomo ansioso, utile in tal caso consulto psicologico. Da tenere presente che a volte la prostatite è psicosomatica, per cui magari due piccioni con una fava
[#2] dopo  
Utente 249XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio dottore,
prenderò seriamente in considerazione il suo consiglio.

Vorrei chiedere anche: qual'è il meccanismo con cui la prostatite influisce sulla percezione del piacere e sull'erezione? attraverso compressione sui nervi, sui vasi, congestione o cosa...?

grazie
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Un po tutto, ma non sempre da deficit erettivo. Questo è il bello ..., si fa per dire.