Utente 747XXX
Gentili dottori, avrei un quesito da porvi.

La scorsa settimana ho avuto un rapporto non protetto con la mia partner, anche se non so se possa definirsi tale in quanto l'ho penetrata per soli 4-5 secondi in quanto eravamo in un posto in cui sporadicamente passava gente, dopo una sospensione di qualche minuto l'ho penetrata nuovamente ma sempre per pochissimi istanti, ho cercato di documentarmi sul liquido pre eiaculatorio ma vorrei ulteriori chiarimenti: considerando che il "rapporto" non era successivo ad altra eiaculazione e che avevo un astinenza da eiaculazione di almeno 2 -3 giorni, e considerando soprattutto che ovviamente non ho affatto raggiunto un orgasmo, pensate ci sia la probabilità che la mia partner sia in cinta? Inoltre qualche giorno fa la stessa manifestava la comparsa di brufoli sul viso ed uno stato di malessere generale, pensate possa questo essere sintomo di ciclo mestruale, visto che dovrebbe averlo in questi giorni?
Un ultima domanda, la secrezione di liquido pre orgasmico è direttamente proporzionale al coinvolgimento emotivo durante l'atto sessuale o è indipendente da tale fattore psicologico?
Perdonate se alcune delle mie domande potranno sembrare banali o stupide, ma sono una persona molto ansiosa ed in questi giorni mi sto tormentando.
Vi ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,se fossi la Sua partner non Le permetterei di avere rapporti non protetti,quindi,si attivi a farsi chiarire le idee da un esperto andrologo che a Bari non manca.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 747XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dott. Izzo,

La ringrazio per la celere risposta, vorrei però precisare che in vita mia (ho 28 anni, ed ho rapporti sessuali dall età di 17) ho utilizzato il coito interrotto in occasioni piu uniche che rare in quanto il mio carattere ansioso mi renderebbe la vita impossibile come di fatto sta accadendo in questi giorni.
Ad ogni modo, nonostante apprezzi la sua premura e la sua tempestività di risposta, le chiederei molto cordialmente una risposta piu inerente al mio caso.
Certo della sua comprensione, mi scuso se mi sono permesso di disturbarla oltre il dovuto.
Cordialità.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...per quanto mi racconta,eviterei di ricorrere al coito interrotto e mi rifarei a metodi anticoncezionali diversi e più collaudati,in attesa del "pillolo maschile" (ancora lontano dal commercio). Cordialità.