Utente 387XXX
Desidero parlarvi di un mio problema di natura sessuale.
Ho 44 anni sono un “semi-libero professionista” felicemente sposato da 9 anni senza figli; mia moglie ha 41 anni (da poco compiuti) ed è impiegata.
In questi ultimi due-tre anni ho molta difficoltà ad avere rapporti sessuali completi. Premetto che fin da piccolo ho sempre avuto il glande completamente scoperto, questo ha fatto si che i miei rapporti sessuali siano sempre stati più lunghi però non ho mai avuto problemi a concluderli.
In questi ultimi due-tre anni invece, come dicevo prima, i miei rapporti completi si sono ridotti a 2 massimo 3 al mese e con quantità di sperma più che dimezzato ma comunque, stando alle analisi fatte, entro i limiti sufficienti per avere figli.
Penso influisca anche un fattore psicologico in quanto da circa due anni io e mia moglie abbiamo deciso finalmente di avere figli, visto che abbiamo sempre rinviato per problemi di lavoro (carriera) e casa troppo piccola (dove tuttora viviamo ma che vogliamo cambiare).
Premetto che non ho problemi circa il desiderio sessuale o erezione (infatti con la masturbazione non ci sono assolutamente problemi).
Quello che vorrei chiedervi è che se il mio è un problema di natura esclusivamente psicologica (stress dovuto al fatto che vorrei cambiare lavoro, cambiare casa e qualche altro problemuccio personale) oppure anche fisico e quindi, relativamente a quest’ultimo punto, se esistono in farmacia prodotti (pomate e quant’altro) o interventi (anche chirurgici) che accentuino la sensibilità del glande, visto che ho appurato su di me essere bassissima e che presumo sia alla base di tutto.



Vi ringrazio per l’attenzione concessami e attendo con molta speranza una vostra risposta.



La mia e-mail è: exusta@tiscali.it

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,
per arrivare ad una precisa diagnosi del suo disturbo sessuale, il primo passo da fare è consultare un esperto andrologo. Solo in questo modo, dopo una attenta e completa valutazione clinica, potranno poi essere impostate le successive indicazioni sia a livello diagnostico che terapeutico.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
www.andrologiamedica.org

[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

problemi analoghi al suo sono abbastanza frequenti in maschi che decidano di iniziare il cammino della procreazione.
possono insorgere fattori emozionali ma anche rendersi evidenti problemi vascolari-circolatori magari prima non evidenti o significativi.
la sensibilità del glande non entra in gioco in tali fenomeni.
Non esistono farmaci miracolosi o creme capaci di cambiare la situazione se prima non viene fatta una diagnosi abbastanza precisa da parte di uno specialista andrologo.
Nel nostro Forum può trovare specialisti esperti nel campo della infertilità e della disfunzione erettile che non si trovano lontani da Pisa
cari saluti