Utente 349XXX
Salve sono una ragazza di 23 anni,non mai avuto particolari problemi di salute ,tuttavia 5 anni fa ho cominciato una cura con Metformina da 850mg 2 volte al giorno e aldactone da 25 una volta al giorno,a causa della sindrome dell'ovaio policistico e conseguente insulino-resistenza.A causa dell'irsutismo che mi ha creato notevole disagio psicologico,su consiglio del ginecologo ho assunto per un breve periodo un estroprogestinico (loette) che ho sospeso successivamente su consiglio dell'endocrinologo in quanto, l'estroprogestico potrebbe aggravare l'isulino-resistenza.
Attualmente sto continuando la cura con la metformia ,anche se ho riscontrato solo lievi miglioramenti nell'analisi del sangue e una lieve riduzione del testosterone,mentre i valori del DHEA-S e dell'insulina dopo il test da carico di glucosio rimangono elevati.
Ultimamente ho frequenti fenomeni di vomito,stanchezza eccessiva,giramenti di testa e perdita di concentrazione,avendo un peso di 45 kg per un 1,60 di altezza ho sospeso, su consiglio del medico, la Metformina e l'aldactone con un integratore di Inositolo in aggiunta ad una dieta equilibrata.Tuttavia sono molto preoccupata per gli effetti che la sospensione del farmaco potrebbe avere sull'insulino-resistenza e sull'irsutismo,aggravando la situazione di partenza.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Serafino Pietro Marcolongo
56% attività
16% attualità
20% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Salve.

I sintomi riferiti sono verosimilmente conseguenti all'assunzione della metformina. Concordo con la decisione presa dal collega di sospendere il trattamento!

Le consiglio, invece, di affrontare la PCOS col Suo ginecologo di fiducia.
[#2] dopo  
Utente 349XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per aver risposto .Un'ultima domanda l'assunzione di un estro-progestico potrebbe aggravare l'insulino-resistenza ?