Utente 334XXX
Gentili dottori,
avrei bisogno di un Vostro parere riguardo la situazione di mia figlia. Quando aveva circa 3 mesi, in occasione di un'urinocoltura a causa di una crescita di peso molto lenta, venne fuori un'infezione da eschirichia coli (carica batterica 100 mila) ma la pediatra sosteneva si trattasse di contaminazione esterna in quanto l'esame delle urine invece non evidenziava nulla di anormale (ph perfetto, assenza di nitriti, leucociti nella norma) così abbiamo aspettato all'incirca un mesetto e abbiamo ripetuto l'esame. Di nuovo esame perfetto ma sempre presenza di eschirichia coli, stavolta però erano arrivati a 150 mila. Di nuovo la pediatra sostiene l'ipotesi della contaminazione esterna. Al terzo esame che dà più o meno la stessa situazione con la presenza però di ben 300 mila eschirichia coli, viene prescritto un antibiotico alla bambina. A distanza di circa 10 giorni dalla fine della cura, ripetiamo l'esame e stavolta è negativo, segnalando però la presenza di 50 mila eschirichia. Io avrei voluto fare un secondo ciclo di antibiotici per debellare quei "residui" ma la pediatra non è d'accordo.
A distanza di pochi mesi ripetiamo l'esame e come prevedibile la carica batterica era cresciuta a 100 mila così la bambina riprende l'antibiotico (stavolta però un'altra "marca") e la pediatra prescrive la visita nefrologica. All'esame successivo, effettuato dopo quasi 2 mesi, finalmente risulta completamente negativo così non facciamo la visita nefrologica.
Il problema adesso è che siccome la bambina continua a crescere poco, abbiamo rifatto l'esame e sebbene sia risultato negativo, ci attenzionano la presenza di 15mila eschirichia coli. A questo punto mi chiedo e Vi chiedo: quale può essere la causa di queste infezioni ricorrenti? Mi devo preoccupare?
Aggiungo che a 2 mesi di vita è stata effettuata un'ecografia a vescica, vie urinarie e reni e non è stato segnalato nulla di anomalo. E' il caso di ripetere l'ecografia? Ripetere l'urinocoltura a breve? O qualche altro esame specifico?
Grazie per l'attenzione e confido in una Vostra risposta!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,
la persistente assenza di alterazioni del sedimento urinario, in particolare di leucociti (globuli bianchi) lascia anche noi molto perplessi sulla reale presenza di una infezione urinaria, piuttosto che una contaminazione. La raccolta delle urine per l'urocoltura in un neonato o bimbo piccolo è sempre problematica ed i risultati vanno pertanto interpretati con molto senso critico. D'altra parte questi batteri non possono che provenire che dall'intestino, il coesistente problema di accrescimento ci fa pensare che proprio a livello di funzione intestinale vi possa essere qualche problema di intolleranza, allergia o cattivo assorbimento. Siamo peraltro certi che la vostra pediatra abbia già pensato anche a questo. La negatività dell'ecografia e l'assenza di episodi febbrili non ci pone per ora particolari sospetti dal punto di vista urologico. Senz'altro la situazione merita di essere seguita attentamente, certo è che una maggiore introduzione di liquidi dovrebbe certamente essere benefica.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 334XXX

Iscritto dal 2014
Grazie per la celere e chiarissima risposta!
In effetti abbiamo effettuato proprio 3 giorni fa un prelievo di sangue per valutare lo stato generale di salute e per verificare un'eventuale intolleranza al glutine. Vedremo poi come muoverci a seconda dei risultati.
Grazie ancora!