Utente 347XXX
Gentili dottori,
premetto che non sono iperteso o diabetico e sono ex fumatore.
Vi scrivo perché accuso disturbi nell’erezione durante il rapporto, la qualità dell’erezione varia al variare della posizione, per esempio in piedi la perdo facilmente cosa che prima non mi accadeva, per cercare di risolvere il problema ho usato levitra 10 sotto consiglio del medico di base con buona risposta.. Da qualche mese ho notato difficoltà anche durante masturbazione e calo della libido. Mi sono rivolto così a un andrologo con il quale ho effettuato test ormonali che sono risultati secondo lui tutti nella norma; e eco color doppler penieno basale e dinamico di cui vi riporto l’esito:
l’esame condotto con sonda lineare 7,5 Mhz in fase di detumescenza assenza di segni ecografici da riferire a ispessimento della fascia di Buck e dell’albuginea. I corpi cavernosi presentano eco struttura regolare in assenza di placche fibrotiche.
Non aumento delle resistenze a livello delle arterie cavernose sia a destra che a sinistra; non demodulazione spettrometrica.
Assenza di alterazioni velocimetriche dei vasi arteriosi e venosi dorsali.
In fase dinamica dopo stimolazione con PGE1 10 ng si osserva regolare risposta delle arterie cavernose con picco sistolico veloci metricamente nella norma. Assenza di segni evidenti di fuga venosa.
PSV arteria cavernosa dx 12,72 cm/s
PSV arteria cavernosa sx 18,92 cm/s
PSV arteria cavernosa dx dinamico a 15’ 39,72 cm/s
PSV arteria cavernosa sx dinamico a 15’ 48,92 cm/s
Conclusioni: picco sistolico di base e dopo farmaco infusione di 10 ng di PGE1 con valida risposta e senza incompetenza veno occlusiva.
L’andrologo mi ha proposto di intraprendere percorso psicologico.
Ritenete che debba ripetere l'ecocolordoppler? Secondo il vostro parere devo fare ulteriori esami per escludere problemi di natura organica, in particolar modo di vena occlusiva? Vi chiedo se fosse un problema psicologico come mai rispondo al farmaco orale?? Vi chiedo altresi un parere sul nuovo farmaco orale Spedra che il medico in attesa di intraprendere percorso pscologico mi ha consigliato eventualmente di usare al bisogno.

Ringrazio infinitamente il vostro lavoro e le vostre risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

segua le indicazione datele dal suo andrologo, la presenza di un fattore psicologico non impedisce la risposta usando una terapia orale mirata.

Sul farmaco da lei indicato si veda questa news:

http://www.medicitalia.it/news/2202-avanafil_un_nuovo_farmaco_contro_i_deficit_dell_erezione.html

ùUn cordiale saluto.
[#2] dopo  


dal 2014
Gentilissimo dottore,
mi conferma che l’iter terapeutico consigliatomi è corretto e che posso escludere cause vascolari??
Come ho fatto presente al mio andrologo ero convinto che il problema psicologico fosse a valle e non a monte del mio disturbo.

Nel ringraziarla le porgo i miei cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

con le valutazioni ecocolordoppler indicate si può ragionevolmente escludere un problema di natura vascolare.

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  


dal 2014
La ringrazio di cuore per la sua disponibilità a rispondere.
Seguirò come anche da lei suggeritomi le indicazioni del mio andrologo fiducioso di uscire al più presto da questa situazione poco piacevole.
Speriamo bene!!!!!

Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Coraggio!
[#6] dopo  


dal 2014
La ringrazio di cuore.
volevo sapere l'intervallo di tempo che deve intercorrere tra una dose e l'altra di spedra 100, è possibile se capita assumerlo una volta al giorno??. del tipo due-tre giorni di fila mi sn scordato a chiederlo al mio medico.

Ringrazio infinitamente il vostro lavoro e le vostre risposte.

Un cordiale saluto.
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

il farmaco a lei prescritto ha un’emivita di circa 6–17 ore e quindi dopo 24 ore, massimo 34 ore, viene metabolizzato dal nostro organismo.

Due giorni può essere un intervallo di tempo molto sicuro ed accettabile.

Altri dubbi allora bisogna risentire il suo andrologo di riferimento.

Un cordiale saluto

[#8] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
mi associo al dr. Beretta nella risposta

In attesa di intraprendere il percorso psicologico che le è stato suggerito dall'andrologo, le allego queste letture, così sarà più motivato ad effettuare una terapia combinata, oggi la migliore in clinica

http://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile

http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1929/Mancanza-d-erezione-
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1593/Mancanza-d-erezione-
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/106/Dipendenza-psicologic
http://www.medicitalia.it/minforma/Psicologia/1225/Deficit-erettile-un-
[#9] dopo  


dal 2014
Gentilissimi dottori vi ringrazio per le risposte,
premesso che il mio andrologo al momento è fuori sede e che la prossima settimana inizierò percorso terapeutico integrato così come consigliatomi, sono fortemente motivato e le tenterò tutte pur di ritornare ad avere una vita sessuale normale.
Detto questo, se posso approfittare ancora una volta della vostra cortesia, vorrei sapere se è invece possibile assumere il levitra 10 a distanza di 24 ore tra una dose e l'altra, frequento una donna e ci vediamo essendo di città diverse nei weekend compreso questo fine settimana, sarei più tranquillo nell'affrontare un rapporto sapendo di potere usare più di una dose di farmaco, semprechè ciò non comporti rischi per la mia salute.

Vi ringrazio per la professionalità e competenza.

PS : col mio medico ci vedremo la prossima settimana ed essendo fuori sede per motivi personali non posso contattarlo prima.

Cordiali saluti
[#10] dopo  


dal 2014
Gentilissima dottoressa Randone
ho lettoo con interesse gli articoli di cui sopra sono fortemente motivato e spero di risolvere il mio disturbo.
Tuttavia da quanto letto non sempre la terapia psicologica è efficace e i farmaci curano solo il sintomo...non mollo e sono fiducioso, d'altronde, abbattersi non serve a nulla.

Un cordiale saluto
[#11] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Non si puó parlare di successo terapeutico, senza diagnosi.
Non si può parlare di terapia, senza sapere quale è indicata alla sua problematica, se non si conosce l' etiologia del suo d.e.

Nelle letture è molto chiaro il percorso da seguire:
Diagnosi
Protocollo terapeutico combinato.
Terapia individuale o di coppia


La farmaco terapia serve e non poco, lavora in sinergia con il lavoro psico/sessuologico
[#12] dopo  


dal 2014
Gentilissima dottoressa
mi sono rivolto ad un andrologo il quale dopo attenta visita e esami strumentali: ho effettuato test ormonali e eco color doppler penieno basale e dinamico entrambi nella norma ha escluso cause organiche.
Come ho fatto presente al mio andrologo ero convinto che il problema psicologico fosse a valle e non a monte del mio disturbo.
Di certo avere un disturbo erettile non migliora l'autostima!!!
Il medico non avendo rilevato cause organiche mi ha proposto percorso pscologico che inizierò prossima settimana e mi ha prescritto eventualmente di usare al bisogno spedra. Pur di risolvere il problema ho accettato terapia psico/sessuologica!!!.
Volevo sapere se è possibile assumere il levitra 10 a distanza di 24 ore tra una dose e l'altra, ho rapporti nei weekend e mi sentirei più tranquillo sapendo di potere usare più di una dose di farmaco. Naturalmente ne parlerò in diretta col mio medico che al momento è fuori sede.

Cordiali saluti