Utente 468XXX
Salve e complimenti per il servizio offerto; volevo un consiglio riguardo ad una cicatrice causata da un intervento chirurgico all’intestino fatto ormai 4 anni fa. La cicatrice è verticale e ormai stabilizzata, si estende dalla zona pubica fino a 9 centimetri sopra l’ombelico. Dall’ombelico in giù è appena visibile ma purtroppo dall’ombelico in su appare depressa, incavata, seppure abbastanza lineare. All’altezza dell’ombelico tende inoltre leggermente ad allargarsi ed è sempre molto incavata anche se appare di colorazione chiara. Mi interessava sapere se in questi casi esiste una tecnica per migliorare una cicatrice di questo tipo, quali sono quindi le soluzioni migliori per migliorare una cicatrice depressa. Ovviamente non pretendo una diagnosi, capisco i limiti di un consulto a distanza, volevo solo sapere cosa si poteva fare per migliorare la situazione. Su internet si parla spesso di cicatrici ipertrofiche o di cheloidi ma io ho il problema opposto e mi chiedevo se avete esperienze in merito. Grazie per l’eventuale risposta.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
Pur mancando il dato della visita , potrebbe essere un caso in cui consigliare un approccio chirurgico, cioè rivolgersi al chirurgo plastico per fare un intervento di aportazione del tratto cicatriziale, con successiva sostituzione con cicatrice possibilmente più estetica.
Vi .sono ovviamente altri approcci, es laser , ma non sono per nulla convinto che potrebbero risolvere in maniera soddisfacente il suo problema.
Cordialità