Utente 157XXX
Gent.li Dottori,
ahimè mi ritrovo a scrivere qui per un altro problema che riscontro da parecchio tempo (molti mesi, forse un paio di anni): una continua stanchezza. Vi spiegherò ora la mia situazione generale:
Ho 20 anni, sono libero professionista, lavoro per 5 giorni a settimana per più di 8 ore giornaliere, mangio in un ristorantino poichè facciamo l'orario continuo e quando mi ritiro a casa la sera esco e di conseguenza non mangio regolarmente e in modo equilibrato. Mi sveglio alle 7.30 e vado a letto intorno alle 23.00 - 24.00. Oltretutto dopo il lavoro, esco con la macchina (facendo 35km tra andata e ritorno).
Non dormo molto bene la notte, sia per il caldo in questo periodo, sia per il mio letto vecchio, a causa del materasso e della rete a molle consumate. A lavoro mi sento stanco, di sera pure, a volte non esco perchè la stanchezza è troppa e ora che sono in ferie (per una settimana) continuo a sentirmi stanco nonostante mi sveglio un paio di ore più tardi del solito. Mi sento anche un po' stressato e francamente non so come fare.
La stanchezza non va via, mi riposo ma non serve.
Sapete consigliarmi qualcosa? Cosa prendere, da chi farmi visitare?
Se avete bisogno di altre informazioni resto a disposizione.

RingraziandoVi anticipatamente, porgo cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Prima si fa una visita medica completa di esami per escludere che la stanchezza sia organica (anemia, cardiopatia, pressione bassa, ipotiroidismo, SM ecc.), poi si suggeriscono norme di igiene alimentare ed esistenziale, poi il paziente fa quello che puo' - e che vuole.

Una volta esclusa la malattia organica, imho non e' piu' un problema medico.

[#2] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2006
Scusi l'ignoranza, ma una visita medica completa di esami dove la devo fare? All'ospedale? All'asl? C'è bisogno di qualche carta medica per farla o basta solo prendere un "appuntamento"?
grazie
[#3] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
La deve fare dal suo medico.

Ogni italiano e' assistito gratuitamente dal servizio sanitario nazionale e risulta iscritto presso un "medico di medicina generale"

Il MMG fa direttamente alcuni atti medici (anamnesi, pressione, auscultazione ecc.) poi scrivera' anche le ricette per gli esami e per eventuali approfondimenti specialistici e gestira' gli sviluppi.

Di norma il MMG apre l'ambulatorio alcune ore tutti i giorni (orari sulla targhetta) e non richiede appuntamento.







[#4] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2006
Ho capito tutto, grazie.
Solo una cosa: qualora risultasse tutto negativo e quindi esente da qualsiasi malattia organica, come dovrei procedere? Cosa mi consigliereste di fare per far sì che la stanchezza si riduca? E' utile fare sport? (la corsa giornaliera o alternata)

Grazie
[#5] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Se e' negativo a tutte le cause note, o si ipotizza l'esistenza di qualche elusiva causa ignota, oppure non e' un problema fisico.

Il consiglio di fare fatica fisica (voluttuaria o lavorativa) non leva la stanchezza, ma almeno le da' una spiegazione razionale. Inoltre ribadisce che non esistono problemi tecnici nella "macchina".


[#6] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2006
Dr. Bianchi ho fatto le analisi e Le scrivo qui di seguito i risultati.
La pregherei di dirmi quale sono i valori che non sono giusti, quali le possibili cause, cosa comportano e come risolverli.
Grazie.

Colesterolo totale 140 mg/dl

Trigliceridi 71 mg/dl

Sideremia 174 mg/dl

GOT (ASAT) 18 U/l

GPT (ALAT) 13 U/l

TSH 2,48 uIU/ml

T3 libera (FT3) 2,79 pg/ml

T4 libera (FT4) 0,87 ng/dl


URINE: (qui riporto solo ciò che come risutlato non porta ASSENTE)
REPERTO CHIMICO
Urobilina TR.FIS.

REPERTO MICROSCOPICO
Cellule epiteliali ALCUNE
Leucociti RARI


Aspetto Vs. notizie,
Grazie ancora.
[#7] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Il fegato e' a posto, la tiroide e' a posto, e' sbagliata la sideremia, troppo alta.

E' strano che ci sia la sideremia e non sia stato fatto un esame fondamentale che si chiama "emocromocitometrico". Conferma la sua assenza? Un emocromo non si nega a nessuno.

Se non ha fatto cure a base di ferro, con una sideremia cosi' c'e' il sospetto di emocromatosi. Per escludere l'emocromatosi (che col tempo da' problemi cardiaci) si devono dosare sideremia, transferrina, ferritina e soprattutto la "percentuale di saturazione della transferrina", che ci aspettiamo elevata.



[#8] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2006
cheido scusa! ho dimenticato il terzo foglio infatti:
esame emocromocitometrico:
globuli rossi 5200 000/mmc
" bianchi 5350 /mmc
emoglobina 16,3 g/dl
emoglobina % 104%
valore globulare 0,99
ht 47,9%
MCV 91,2 fl
MCH 31,3 pg
MCHC 34,4%

formula leucocitaria (%)
granulociti neutrofili 50%
" eosinofili 5%
" basofili 0%
linfociti 39%
monociti 6%

formula leucocitaria (#)
granulociti neutrofili 2.675 /mmc
" eosinofili 268 /mmc
" basofili 0 /mmc
linfociti 2.087 /mmc
monociti 321 /mmc
piastring 220 000/mmc
[#9] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
L'emocromo mostra una ottima sanguificazione ed esclude ogni ipotesi di anemia come causa di stanchezza.

A mio avviso merita un approfondimento la sideremia elevata.

[#10] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2006
come posso procedere quindi? Devo fare altre analisi?
In cosa consiste l'approfondimento della sideremia elevata?
grazie ancora!
[#11] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2006
Ma da cosa dipende? Potrebbe dipendere da come mangio?
Vorrei far presente anche questo (se dovesse essere utile) che mangio per lo più carne (bianca/rossa) e quasi per niente la verdura: l'unica che mangio è la lattuga/insalata, per il resto non le mangio.
[#12] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
1) lei non "deve fare" nulla, la valutazione dei risultati e la decisione di ulteriori approfondimenti (semplici esami del sangue) compete al suo medico, quello che ha prescritto le analisi e al quale le avra' fatte vedere. Le mie osservazioni sono commenti che io esprimo a lei per sua informazione.

2) La sideremia alta potrebbe dipendere da un sovraccarico di ferro e in effetti potrebbe essere spiegata da una dieta ricca di carni rosse, oppure potrebbe anche essere un artefatto analitico, e se fosse cosi' sarebbe benigna e non meriterebbe altri esami.

Ma a questi valori (ferro > 150) esiste la possibilita' che possa anche essere emocromatosi, che e' una condizione genetica che si accumula dalla nascita e poi diventa manifesta a partire dai 50 anni circa, con danni irreversibili a fegato e cuore. Se fosse cosi', scoprirlo a 20 anni invece che a 50 permetterebbe una buona terapia preventiva.

Se poi invece risultasse che non era emocromatosi, tanto meglio, avra' solo fatto un prelievo in piu'.

Chieda al suo medico di valutare questa ipotesi, l'esame chiave e' la "percentuale saturazione della transferrina".

[#13] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2006
Gent.mo Dr Bianchi,
quest'oggi ho portato le analisi al mio medico il quale m'ha detto che ho troppo sangue e ferro poichè mangio molta, anzi troppa, carne. Il consiglio che mi ha dato è stato il seguente: mangiare carne al massimo 3 volte a settimana e farmi nuovamente le analisi ad ottobre. Qualora i valori non cambiassero potrei donare il sangue ogni 3 4 mesi, o in alternativa togliere completamente dalla mia dieta la carne. Se invece nelle analisi si evincesse una riduzione di sangue e sideremia allora potrei semplicemente continuare con questo tipo di dieta.

Ha altro da aggiungere?
Altri consigli?

Grazie
[#14] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Condivido la posizione del suo medico e non ho altro da aggiungere.

[#15] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2006
Rieccomi a scrivere, dopo svariati mesi ho fatto delle nuove analisi:
emocromo, urine, sideremia

eseguendo una dieta diversificata che comportava una dimunizione della carne (praticamente ho mangiato circa il 50% in meno di carne rispetto a prima)

di seguito scrivo i risultati:

ESAME EMOCROMOCITOMETRICO:
globuli rossi (rbc) 5.180 000/mmc
globuli bianchi (wbc) 4.910 /mmc
emoglobina 16,5 g/dl
emoglobina % 105%
valore globulare 1,01
ht 45,0%
MCV 87,1 fl
MCH 32,5 pg
MCHC 37,3%

FORMULA LEUCOCITARIA (%)
granulociti neutrofili 47%
granulociti eosinofili 6%
granulociti basofili 0%
linfociti 41%
monociti 6%

FORMULA LEUCOCITARIA (#)
granulociti neutrofili 2.308 /mmc
granulociti eosinofili 295 /mmc
granulociti basofili 0 /mmc
linfociti 2.013 /mmc
monociti 295 /mmc
piastrine 219 000/mmc

SIDEREMIA
colorimetria 149 mcg/dl

ESAME URINE
REPERTO FISICO
aspetto limpido
colore vogel III
reazione Acida
peso specifico 1025

REPERTO CHIMICO
proteine assenti
muco pus assente
glucosio assente
acetone assente
urobilina tr.fis.
pigmenti biliari assenti
emoglobina assente
nitriti assenti

REPERTO MICROSCOPICO
cellule epiteliali alcune
leucociti rari
emaize assenti
clindri assenti
flora batterica assente
cristalli assenti


dunque? sono positive??

grazie
[#16] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Sono tali e quali alle precedenti, emoglobina ottima e sideremia in proporzione. urine normalissime.

Secondo me e' la sua situazione costituzionale, la dieta non ha influito piu' di tanto. Se proprio volessimo saperne di piu' occorrerebbe variare le analisi (ferritina e percentuale di salutazione della transferrina).

La stanchezza come va? per me e' solo la sua vita sacrificata, ma se persiste e lei "sente" che e' cmq troppa in proporzione ai disagi, io cercherei altrove (fegato, tiroide, qualcosa di neuromuscolare o cardiaco).

[#17] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2006
chiedo scusa per come ho trascritto le analisi.. la prossima volta starò più attento
Però la sideremia è scesa no?
Il mio medico aveva detto che avevo troppo ferro e non andava bene poichè ho molto sangue, quindi mi aveva consigliato una dieta con meno carne, così da vedere se il livello diminuiva altrimenti avrei dovuto fare le donazioni.
La stanchezza è altalenante, bene o male il venerdì son sempre stanco ma credo sia molto dipeso dallo stress.. del lavoro

grazie per le risposte

saluti
[#18] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
si' la sideremia e' scesa un po' (da 170 a 150), ma fra variabilita' analitica e variabilita' biologica il calo e' meno di quello che sembra. Se vuol saperne di piu' deve fare ferritina e % saturazione della transferrina.

Ad ogni modo la sideremia spiega la stanchezza quando e' bassissima quindi restano comunque due problemi molto distinti.


[#19] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2006
Gent.mo dottore,
devo dunque farmi prescrivere una ricetta con ferretina e % di saturazione della transferrina? Si chiama proprio così? o sulla ricetta viene trascritto diversamente?
Scusi l'ignoranza.
E facendo questo esame cosa riusciamo a capire? Se il livello del sangue è ancora alto?

Grazie ancora