Utente 860XXX
Egregi Dottori, egregio Dr. Cavallino,
come al solito in primis vorrei ringraziarVi per la cortese attenzione che avete nei nostri riguradi, sempre dispodibili diforonte alle nostre continue ed insistenti domande, ma il fatto è che spesso non si sa a chi rivolgersi.
Come già detto per altri consulti sono n soggetto allergico e soffro di rinite tuttavia sono anche colpito da raffreddori ricorrenti (almeno uno ogni 20 giorni!) per cui vorrei rinforzare le mie difese immunitarie ultimamente alquanto debilitate e per fare ciò vorrei ricorrere alla fitoterapia. Ho letto delle propietà immunostimolanti di alcune piante fra le quali l'uncaria tomentosa, l'eleuterococco,l'astragalo,l'echinacea..in erboristeria si trovano molti prodotti del genere ma ho letto tuttavia che vi sono differenti chemiotipi di queste piante.
Ad esempio ho letto che dell'uncaria è consigliabile ricorrere unicamente all'uso del fitocomplesso presente nell' estratto titolato e standardizzato di corteccia di Uncaria ma non sono riuscito a trovare nulla del genere!
Potreste, cortesemente, indicarmi una terapia specifica (con tuti i limiti del caso) in particolare dei prodotti fitoterapici, omeopatici, etc. che facciano al caso mio (in particolare per l'uncaria della quale non ho trovato nulla)?

RingraziandoVi per la gentilezza che sempre avete mostrato nei miei rigurdi Vi pongo i miei più cordiali saluti.
[#1] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Caro amico, effettivamente la fitoterapia offre molte soluzioni in tal senso... Tuttavia nel Suo caso eviterei terapie immunostimoltanti vista la tendenza allergica e mi orienterei su un trattamento un po' più sofisticato, ancorchè omeopatico, teso alla immunomodulazione. Suggerirei pertanto di assumere:
* UNCASTIM GUNA - 50 GOCCE IN POCA ACQUA, 2 VOLTE AL DI', LONTANO DAI PASTI, PER ALMENO 2 MESI.
Non si lasci impressionare dal dosaggio, perfettamente congruo per questo tipo di preparati. Se desidera mi aggiorni. A presto
[#2] dopo  
Utente 860XXX

Iscritto dal 2005
Egregio Dr. cavallino grazie per la risposta.
L'UCASTIM in che diluizione deve essere?
Scusi ancora se abuso della sua enorme gentilezza ma a causa della persistenza di questa rinite vorrei effettuare un bioscreening sulle intolleranze alimentari.A tal proposito vorrei sapere se
1)devo recarmi preventivamente da un allergologo per indiciduare gli allergeni e portare la diagnosi all'omeopata o non c'è bisogno
2) interveniire sulle intolleranze alimentari è altrettanto efficace nel ridurre i sintomi che quando si interviene sugli allergeni
3)posso contattarla in pvt per avere info su dove trovare un omeopata-immunologo nella zona di mia residenza? (purtroppo,vista la complessità,ne siete davvero in pochi)

Grazie davvero tanto
con cordialità
saluti
[#3] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Uncastim è una specialità e quindi non richiede precisazione sulla diluizione, anche perchè è un composto.
Mi scriva pure in privato e Le fornirò tutte le indicazioni sul BIOSCREENING che peraltro non richiede visita allergologica preliminare.
A presto.
Dr. G. Cavallino
www.smige.net