Utente 137XXX
Salve, scrivo per esporre dei dubbi circa una prescrizione.

Il mio psicologo mi ha consigliato di prendere la melatonina (assorbimento rapido) per regolarizzare il ritmo sonno-veglia.
Ho 23 anni e lavoro a turni da due mesi. Ne seguivo tre da otto ore(senza fare i riposi dopo le notti perché sottorganico, ahimé) prima, da agosto lavorerò su due turni da 12 ore.(giorno-notte-smontante-riposo).


mentre tornavo a casa mi sono venute preoccupazioni circa gli effetti che può avere...
mi chiedevo... il corpo la autoproduce, no?..ma se io gliela fornisco(1mg prima di dormire), in qualche modo non vado a interferire col naturale rilascio?
..e a quel punto non c'è il rischio che il corpo smetta di produrla o incappi in qualche disfunzione dell'apparato responsabile del suo rilascio?
O induca un effetto del genere sugli ormoni o sulle ghiandole che subiscono la sua influenza?

leggevo qualcosa su wikipedia circa possibili problemi della sfera sessuale.
vi risulta?
tale eventuale calo di testosterone, si può compensare con lo sport? uno sport dove si esercitano i muscoli in esercizi di resistenza e forza

grazie dell'attenzione
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
gentile utente
la melatnina trova utilità ne i disturbi da Jet lag, studi hanno dimostarto che lavoratori che treminavano il turno di notte e andavano a casa a riposare assumendo 3 mg di lmelatonina all momento di smontare dal lavoro e portare gli occhiali scuri prima nel tragitto di casa comportava una minore alterazione del ciclo sonno veglia