Utente 355XXX
Salve,
a Febbraio con mia moglie abbiamo deciso di avere un figlio, da quel periodo ho riscontrato un calo del desiderio sessuale e problemi ad avere un'erezione ma soprattutto a mantenerla, causa scarsissima sensibilità durante il rapporto.
Prima di quel periodo mi è mai capitato rarissime volte ad avere problemi di questo genere, dopo Febbraio, però, le cose sono decisamente cambiate.
Da solo non ho problemi ad avere un'erezione e masturbarmi fino all'orgasmo, con mia moglie, invece, è un problema continuo.
Con qualche difficoltà riesco ad ottenere un'erezione soddisfacente, anche se non sempre è al massimo, però durante il rapporto sessuale non sempre provo piacere né sento lo stimolo dell'orgasmo, con conseguente perdita dell'erezione.
Ieri ho notato che prima di urinare è uscito del liquido denso biancastro dall'apertura dell'uretra, dopo aver urinato, fino a fine giornata, ogni tanto sentivo lo stimolo di urinare di nuovo e una sensazione di fastidio, come se bruciasse lievemente.
Questo liquido è uscito dopo quattro giorni di astinenza e di mancato orgasmo nei rapporti sessuali.
Mi sono accorto che, sempre da Febbraio in poi, vedo mia moglie sotto un'altra ottica, ho notato che penso a lei come la madre di famiglia, trattandola, secondo un irrazionale pensiero, con una sorta di rispetto, rendendo i rapporti sessuali monotoni e non più come una volta, quando c'era tantissimo desiderio ed eccitazione.
Concludo dicendo che ho sempre sofferto di scarsa sensibilità, anche prima, infatti, i rapporti sessuali si concludevano con il masturbarmi.
Rimango in attesa di una risposta.
Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la ricerca di un figlio può indurre a questo, soprattutto se si mirano i rapporti. Pratica da proscrivere, veda il link.
http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1457-stress-fertilita-ovvero-favola-rapporti-mirati.html
Soprattutto se già da tempo vi è scarsa sensibilità. Consultino bravo andrologo, per vedere che non vi sia causa fisica, rara ma possibile e fatevi consigliare.