Fantasie sessuali

Buongiorno,

sono a richiedere un consulto perchè nn so a chi rivolgermi. Il mio compagno ha fantasie sessuali ricorrenti ed è quasi ossessionato. Vuole metterle in pratica.
ditemi se è normale vuole farlo con due donne, essere guardato da uno mentre lo facciamo. a me piace come fantasia ma metterla in pratica mi sembra eccessivo. Cosa ne pensate?
prima avevamo problemi a fare sesso..sono migliorati con il dialogo e aprendoci di piu' ma adesso mi pare eccessivo.
mi dice che cosa sta dietro queste fantasie e se ho un partner normale?
Anche io ho fantasie sessuali spinte ma nn ho mai pensato di metterle in pratica secondo me è pericoloso introdurre altre persone nella coppia.
che ne pensate?
[#1]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Gentile Utente,
Aprire la coppia ad " altro" , cioè agire la fantasia, porta con se non pochi rischi.
L' immaginario ha potere erogeno perché non attuabile, il suo passaggio all' atto potrebbe oltre che deludere, destabilizzare la coppia.
Il " dopo" non è mai dalla facile,gestione


Le allego delle letture sull' argomento

https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/3309-sesso-cuore-e-fantasie-l-immaginario-erotico-ed-i-suoi-possibili-utilizzi.html
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/2889-sapiosexual-per-una-sessualita-intelligente.html
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/2798-immaginario-erotico-e-possibili-disfunzioni-sessuali.html
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/3241-luce-accesa-o-spenta-sotto-le-lenzuola.html

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#2]
Dr. Nunzia Spiezio Psicologo 531 20 3
Cara signora,
oltre a ciò che le ha già scritto la collega
"prima avevamo problemi a fare sesso..sono migliorati con il dialogo e aprendoci di piu' ma adesso mi pare eccessivo"
probabilmente il problema doveva, già allora, essere affrontato con l'aiuto di un consulente.
Credo che lei debba parlare sinceramente al suo compagno della sua reticenza di passare dall'immaginario all'agito e cercare di rimanere ferma sulle sue convinzioni.

Cari Saluti.

Dr.ssa Nunzia Spiezio
Psicologa
Avellino

[#3]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,

sinceramente non so come gestire la situazione ho paura che la nostra storia si interrompa.

Quello di cui dubito sono i sentimenti che lui prova per me, penso che se gli va di passare all'azione non sia poi piu' di tanto interessato a noi come coppia.

Non sono una esperta ma vi chiedo se è normale.

O se è il caso che chiudo con questa persona.

Forse non ho la mentalità abbastanza aperta
[#4]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,5k 449 103
Gentile utente,
aprire al dialogo non significa aprire necessariamente alle fantasie erotiche; esse funzionano perché hanno le loro radici nell'immaginario individuale.
Le caratteristiche della sessualità sono concordate all'interno della coppia. Se Lei preferisce la coppia monogama, ne ha tutto il diritto; come del resto di non sentirsi per nulla a proprio agio nel prefigurare come reali le fantasie del suo compagno. O lui torna sui propri passio Lei rifiuta quanto non gradisce. con le conseguenze che deciderete insieme.
Chiedere una consulenza ad uno psicoterapeuta non è stato considerato dalla vostra coppia?

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#5]
Dr. Gianluigi Basile Psicologo, Psicoterapeuta 104 2 7
Gentile Utente,
credo che sia opportuno affrontare con il suo compagno le sue perplessità a mettere in pratica queste fantasie. Non è una questione di apertura o chiusura mentale, ma di che significato possono avere queste richieste del suo partner.
E' un rapporto che dura da molto? Che motivazioni ha dato al voler agire queste fantasie?
Il punto centrale mi sembra quello di capire se alla base di queste questioni ci sia un legame affettivo che in questo momento è in difficoltà ed in cui entrambi facciate fatica a "stare" all'interno della relazione.
Probabilmente una consulenza psicologica dove possiate affrontare con chiarezza questi punti vi potrebbe essere molto d'aiuto.

Cordiali saluti.

Dr. Gianluigi Basile - Psicologo - Roma
Specialista in Psicoterapia Psicodinamica Integrata
www.psicologobasile.it

[#6]
dopo
Utente
Utente
Sinceramente non abbiamo valutato ancora nulla.

Non credo nemmeno che il mio compagno lo accetterebbe.

Diciamo che prima il nostro rapporto sessuale era pressochè nullo.

Adesso si è ravvivato grazie al dialogo, lui evidentemente si è sentito libero di parlare e lo ha fatto.

Quello che voglio capire è proprio cosa lui prova, siamo insieme da un anno quindi piuttosto poco...

Magari lui non è innamorato di me se mi fa certe proposte e' proprio questo che voglio capire..oppure ha dei gusti sessuali che non riesco a soddisfare..

Sec voi un uomo che fa certe proposte non tiene davvero alla propria donna?

Io sto cercando di andargli incontro ma fino ad un certo punto...

Cosa mi dite riguardo certe fantasie che vogliono essere messe in pratica?

Sono di fronte ad uno che piu' di tanto nn gli interessa stare con me?

E' chiaro che quando gli dico no lui si ferma, io non so cosa prova per me lui dice che mi vuole bene , ma nn hai mai parlato di matrimonio o figli.

Certo dei dubbi mi vengono che forse non mi veda come la donna giusta e con cui provare queste fantasie sessuali.

Preciso che fino a prima era estremamente dolce romantico e nn ha mai accennato a nulla di tutto cio'..
[#7]
dopo
Utente
Utente
Cmq forse è lui che ha un problema di stare all'interno della relazione perchè io ci sto benissimo addirittura anche senza fare sesso.

E' lui che mi ha fatto queste proposte e questo perchè ho iniziato a parlare del fatto che si era allontananto sessualemnte...



[#8]
Dr. Gianluigi Basile Psicologo, Psicoterapeuta 104 2 7
Forse siete arrivati ad un punto della vostra relazione in cui vanno prese decisioni importanti. Pensare al futuro in una prospettiva di matrimonio e figli è un qualcosa che ha fatto lei. Mettere sul piatto della bilancia questi argomenti può essere un modo per capire se questa voglia di mettere in atto fantasie sessuali da parte del suo partner siano un tentativo per tollerare una fase di stallo tra di voi o un suo reale desiderio di allontanarsi da lei.
[#9]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Una domanda che credo dovrebbe porsi è la seguente:

"L’immaginario rappresenta un surrogato dell’intimità o aiuta l’intimità durante i suoi momenti di difficoltà?"

Cosa prova lui, è difficile saperlo, se non in sede di consulenza specialistica, ma quello che prova lei deve essere ascoltato e rispettato.
Agire le fantasie per paura di perdere il partner e la strada migliore per perder il rapporti di coppia.....


Sarebbe opportuno, qualora lo desiderasse, all’interno di una scrupolosa anamnesi psico-sessuologica, comprendere se l’utilizzo dell’immaginario o dello scenario fantasmatico, diventa indispensabile ai fini di una buona intimità e risposta orgasmica e se invece nasconde dei rituali ossessivi.

All’interno del “palcoscenico emozionale” che le coppie strutturano di volta in volta, l’andare "altrove" con l’immaginazione rappresenta una strategia per un’amplificazione del piacere sessuale e per sperimentare sensazioni ad alta gradazione erotica, senza la remota possibilità che queste diventino realtà.
Il loro passaggio all ' atto, come avrà letto nelle letture che le ho allegato, comporta rischi non indifferenti per la coppia.

Una coppia con un buon livello di sintonia ed empatia sessuale, può condividere lo scenario fantasmatico, arricchirlo con un processo di condivisione sotto le lenzuola e giocare con lui, collocando la sessualità nella stanza dei giochi.

Decida liberamente cosa fare, ma si ascolti.....le fantasia non si assecondano per fare un piacere al partner
[#10]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,5k 449 103
"è lui che ha un problema di stare all'interno della relazione perchè io ci sto benissimo addirittura anche senza fare sesso."

Gentile Utente,
quello di cui sopra ritengo sia un approccio errato: stare benissimo dentro una relazione anche senza fare sesso, vale per due amici, ma non certo per una coppia per la quale Lei immagina matrimonio e figli...
Intendo dire che non è produttivo pensare "il problema è dell'altro", non produce nessun "movimento" nè interiore, nè nella coppia.
Nella sua città ci sono alcuni psicoterapeuti specializzati in sessuologia clinica: perchè non effettuare una prima consulenza, anche Lei da sola, per chiarirsi?
[#11]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,

ho già fatto anni di psicoterapia e ne è emerso che ho un problema di legami affettivi, che in qualche modo ho paura di essere abbandonata e all'interno di una relazione faccio di tutto perchè finisca.

il fatto di non fare sesso è per allontanare il partner ma questo però non centra con le sue fantasie, lui è al corrente di tutto.

Adesso abbiamo ripreso una nuova stagione sessuale parlandoci, ma questo suo voler mettere in pratica le fantasie mi destabilizza.

Sicuramente fra di noi c'è molta complicità ora, c'è sempre stata ma non a letto ora è anche li il problema è che lui sta esagerando
[#12]
dopo
Utente
Utente
Probabilmente il mio partner come me si vuole allontanare dalla relazione questo puo' essere vero. Anche lui ha diversi problemi con i legami affettivi solo che non va dallo psicologo anche se ho consigliato piu volte.

A parte un trauma in giovane età in cui è stato lasciato lui mi ha detto che dalla morte del padre si è in pratica sostituito alla figura e nn riesce a staccarsi dalla madre.

per cui è probabile che cerchi questo tipo di allontanamento.

Abbiamo già provato a stare lontani ma poi ritorniamo assieme.

Io sono abbastanza aperta come persona ma sec me mettere in pratica certe fantasie è rischioso.

Non so perchè fa cosi si è quasi fissato, prima di parlarmi di queste fantasie si comportava da perfetto fidanzato, geloso dentro i canoni una specie di doppia personalità???

[#13]
dopo
Utente
Utente
Ho anche pensato che stia facendo apposta a chiedermi certe cose per fare in modo che perdo la voglia di lui

parliamo di una persona contradditoria che mi parla di matrimonio e figli continuamente pur ripetendo che al momento nn ne vuole perchè nn ha il lavoro

mi sembra un po' confuso
[#14]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,5k 449 103
L'indicazione di una psicoterapia di coppia sembra confermata. Che poi ci siano problemi personali, capisco; ma ritengo prioritario un confronto sulla coppia.
[#15]
dopo
Utente
Utente
Sec lei è meglio che vado a fare terapia di coppia dallo psico che mi segue?

Mi spieghi tutti fsnno terapia di coppia?

Mi puo' spiegare anche la differenza fra metodo junghiano e freudiano?

io andavo da uno psico specializzato in psico analitica
[#16]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,5k 449 103
No, se lo Psy ha già seguito uno dei due, non è posibile che poi lavori con la coppia.
Veda sull'Albo dei Sessuologi clinici, psicoterapeuti. In www.fissonline.it, cliccando su Albo e sulla Sua regione.
Oppure consulti l'elenco dei colleghi qui in MedicItalia.
Saluti!
[#17]
dopo
Utente
Utente
Si forse sessuologo sarebbe meglio.

Il mio partner è convinto di non soddisfarmi sessualemnte perchè fatica a mantenere l'erezione dura tipo 5 minuti e poi si deve masturbare.

A me questo cosa non da nessun fastidio e non compremette assolutamente il mio orgasmo o la mia soddisfazione è piu' un problema paranoia che ha lui.

Ho pensato se la fuga in queste fantasie fosse dovuto anche a questo anche perchè la piu' ricorrente è quella di farla con due donne. (per sembrare piu' uomo?)

Avendo 15 anni piu' di me dice che nel tempo potrebbe non soddisfarmi piu' che piu' va avanti con l'età e piu' fa fatica ad alzarsi ecc ecc.

A me piace moltissimo anche fare i preliminari e lui è molto altruista in questo forse fin troppo forse per colmare la sua carenza.

Insomma per me non abbiamo assolutamente nessun problema ma per lui si e a poco servono le mie rassicurazioni.

[#18]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,5k 449 103
Ok, anche il Suo partner ha un problema.
Questo ci dà un quadro più completo, nel senso che fantasie del compagno come quelle che Lei riferisce riflettono la "speranza" che un "di più" di stimoli sia in grado di eccitare "di più" e di mantenere l'erezione "di più".
In realtà lui soffre di una disfunzione erettile nella sessualità di coppia (con la masturbazione no, nella quasi totalità dei casi) che ha bisogno al più presto di una diìagnosi e terapia.
[#19]
dopo
Utente
Utente
Non so cosa significa disfunzione erettile...so che dopo un po' di tempo parliamo di 5 minuti dopo la penetrazione sento che cala l'erezione e per farla tornare dev e procedere con la masturbazione. Poi riprendiamo il rapporto sessuale non è che si ferma solo che ogni tanto lui necessita di questo intervento.

Ho anche notato che nella posizione del missionario dura molto di piu' perchè dice che mi sente mi guarda negli occhi mi bacia ma se per esempio cambiamo posizione è un dramma.

Ad esempio nella posizione della pecorina (mi scuso dei termini ma nn so quelli corretti) che nn mi vede in faccia e sono lontana dal suo viso dura veramente pochissimo perchè lui riferisce che non mi sente. Io l'ho interpretato come con il fatto che nn sa se sto godendo o meno lui pensa di no perchè è convinto di sta cosa e si ammoscia.

Idem se io sto sopra, dura poco.

L'unica posizione veramente per lui giusta è quella del missionario.

Io la trovo strana come cosa perchè mi sembra la posizione meno eccitante per un uomo.

Durante i preliminari invece nessun problema mantiene l'erezione a lungo.

Quindi credo sia proprio un problema di darmi piacere unito al fatto che si sente molto vecchio rispetto a me.

Diciamo che inizialmente che nn ci conoscevamo per lui era davvero un problema e non nascondo che il discorso del calo del desisderio sessuale sia stato dovuto anche a questo ma non ne abbiamo mai parlato, almeno io non tiro mai fuori l'argomento a meno che non sia lui che ne parla.

Sinceramente è uan cosa che sappiamo ma non ne abbiamo mai parlato apertamente.

Io la cosa che sto facendo ultimamente è gasarlo molto, nel senso che gli faccio molti complimenti sulle prestazioni dimensioni ecc sulla mia soddisfazione nel rapporto e devo dire è migliorato molto, l'unico problema è il mettere in pratica la fantasia..

Riguardo le ultime cose che ho scritto ha senso logico con il resto della descrizione?

Consigliate psicologo o sessuologo?
[#20]
dopo
Utente
Utente
Un'altra cosa importante quando ci siamo lasciati per un periodo...e poi io ho ritentato un approccio lui ha iniziato molto buttandola sul sesso...

voleva riprendere da li'..visto che era finita per lui perchè ci eravamo trasformati in due fratelli
[#21]
dopo
Utente
Utente
Mi scusi riporto un altra cosa che potrebbe essere importante.

Quando lui parla della ns storia lui ne parla in termini di prima e dopo la rottura.

Prima della rottura lui era in un modo recitava una parte (penso) del fidanzato perfetto, era assolutamente morale, non aveva mai atteggiamenti volgari nei miei confronti, mi chiamava con il mio secondo nemo e mi presentava con il mio secondo nome che non uso.

La nostra relazione era molto bella sul piano relazionale, molta complicità, condivisione di tutto quasi in simbiosi eravamo ma amcava del tutto l'aspetto sessuale.

Per me andava bene cosi anche perchè io ho fatto apposta ad allontanarlo perchè avevo paura di un legame piu profondo e lui credo abbia confuso questo mio allontanamento come insoddisfazione per i suoi deficit erettivi.

Nella seconda parte della storia quando ci siamo riconciliati la storia è stata molto improntata sul sesso, tanto che lui non vuole fare certe cose che gli ricordano la fase passate, tipo non facciamo cosi perchè poi torniamo come prima, eccecc..

Altra cosa molto strana e' che mi chiama con il primo nome, come se ora mi vedesse in modo diverso, ho pensato ad un cambiamento che è avvenuto in lui e forse mi vede diversamente.

Anche io chiaramente ho contribuito a cio' diventando piu' spinta sessualemnte rispetto a prima che quasi evitavo la sfera sessuale.

[#22]
dopo
Utente
Utente
Non so se il fatto che abbia perso il lavoro da tre anni possa avere anche contribuito, mi ha sempre detto che non poteva darmi figli una casa perchè era senza lavoro e che io ero piu' avanti di lui per il fatto che ho una casa mia e sono indipendente mentre lui vive con la mamma.

E' possibile che si sia sentito inferiore e abbia avuto questa disfunzione? Io l'ho conosciuto quando già aveva perso il lavoro.

Sono venuta poi a sapere che prima di me si frequentava con una donna coetanea dalla quale però non ha mai voluto una relazione e che con lei pare non avesse problemi erettivi ma non le aveva mai detto di avere perso il lavoro tanto che lei pensava che si vedessero molto poco perchè lui era molto impegnato lavorativamente.

E' un quadro abbastanza complesso lo so.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test