Utente 354XXX
Buongiorno,
a ottobre 2013 sono stato operato per distacco retinico all'occhio destro con intervento di piombaggio e cerchiaggio.
Grazie ad una buona dose di fortuna, alla tempestiva diagnosi del mio oculista ed alla bravura dello staff medico che mi ha operato nella sfortuna il risultato è stato soddisfacente.
A quasi un anno dall'intervento la visione perso meno di 2 decimi rispetto allo stato pre-operatorio. Al momento ho solo dolori e visioni disturbato dalle fantomatiche "mosche volanti".
Ho due domande:
1. Essendo un programmatore sono spesso davanti al PC. Dopo essere rientrato da 2 settimane di ferie mi sono reso conto che affatico molto l'occhio destro. Nono sono mai entrato nel merito ma ho diritto a pause specifiche o condizioni particolari visto la mio stato attuale?
2. Ho diritto a percentuali di invalidità? Se così fosse, quale è l'iter procedurale da seguire?
3. Al momento ho controlli periodici. Questi controlli prevedono l'utilizzo di medicinali oculari che mi disturbano la visione. Io come lavoro faccio il programmatore e lavoro a 30 km da casa per cui quando ho queste visite sono costretto e chiedere ore ed a volte intere giornate di permesso. Vorrei sapere se posso chiedere ore di mutua o congedo per queste visite?
[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia
28% attività
8% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Buonasera,
non è prevista alcuna invalidità per i casi come il suo. L'unica cosa che potrebbe fare è di chiedere la visita straordinaria al medico competente aziendale per una eventuale prescrizione di pause compensative. Ma attenzione si tratta di un aspetto delicato che in qualche caso potrebbe anche pregiudicare un'idoneità piena alla mansione e conseguentemente creare problemi con il datore di lavoro.
Non sono previste ore di mutua ma solo giorni prescritti dal curante.

Cordiali saluti

dr. M. Golia